Promozione, Girone D – Mistral, Siniscalchi mostra serenità: “Potevamo avere più punti. Lenola? Match per me sentito, ma con sempre 3 punti in palio…”

Giunti alla 3^ giornata del girone di andata, abbiamo voluto fare un rapido punto della situazione del girone D con uno dei giovani più promettenti dell′intero campionato di Promozione laziale. Si tratta di Vittorio Siniscalchi, giocatore duttile che ricopre più ruoli spaziando da destra a sinistra e che già sta destando opinioni molto positive tra gli addetti ai lavori. Tanto che mister Alessandro Parisi gli sta dando fiducia sin da subito nel ruolo da titolare nell′11 disegnato dal mister gaetano della Mistral.

Ti sei sin da subito preso il tuo spazio ed il mister ti sta dando fiducia nel ruolo da titolare, come ti trovi con questo nuovo gruppo dopo l′esperienza con la Pro Calcio Lenola?

“L′esperienza a Lenola mi è servita per iniziare a conoscere il campionato e per mettermi in ballottaggio, il nuovo gruppo è molto affiatato e sono stato accolto egregiamente sin da subito”.

 

Spesso dalla tribuna arrivano sempre complimenti e quando vengono a sapere che sei un classe ′99 rimangono sorpresi. Quando hai iniziato a giocare a calcio e quali sono i risultati migliori ottenuti fin′ora?

“Fa sempre piacere ricevere complimenti, ho iniziato a giocare all′età di 4 anni e da quel momento ad oggi mi sono tolto molte soddisfazioni, il risultato migliore credo che sia stato andare ad Udine a provare con l′Udinese e ricevere i complimenti da Andrea Carnevale”.

 

Finalmente i primi 3 punti in campionato. Che partita è stata contro il Pontinia?

“La partita è stata dura fin da subito, abbiamo subìto un gol ′involontario′ ma nonostante questo abbiamo continuato a giocare senza forzare le giocate e alla fine la nostra determinazione ha avuto la meglio riuscendo a portare a casa i 3 punti dopo un′ottima prestazione di squadra”.

 

Ci sembri un tipo molto “freddo” e sempre concentrato. In partite come l′esordio in campionato e quelle di Coppa è stato difficile gestire le emozioni viste le rimonte degli avversari?

“Sì è vero, sembro un ragazzo freddo ma non è così, è tutta apparenza però prima di ogni partita tendo ad isolarmi un pochettino e a concentrarmi sulla partita. Sia nella prima partita che in Coppa abbiamo giocato decisamente meglio delle nostre rispettive avversarie ma purtroppo il campo non premia sempre chi gioca meglio, quindi è sempre difficile restare sereni”.

 

Già conosci questo campionato. Quest′anno anche Gaeta,Itri,Sora,Monte San Giovanni Campano.. squadre blasonate e attrezzatissime. Quali sono le squadre che possono giocarsi il campionato e cosa può fare questa Mistral?

“Si già ho avuto un′esperienza in questo campionato, conosco gran parte delle squadre del nostro girone e già abbiamo affrontato il Sora ed anche se abbiamo perso credo che questa squadra possa fare grandi cose”.

 

Il Monte San Biagio, neopromosso come voi, si trova primo a punteggio pieno. Un commento su di loro? Esempio che basta crederci e non mollare mai?

“Non ho mai affrontato il Monte San Biagio ma credo che sia un′ottima squadra perché se sono primi un motivo ci sarà, d′altronde se fossimo stati un po′ più fortunati nelle prime due partite, viste le prestazioni offerte, può darsi che ci saremmo divisi la testa del comando insieme a loro”.

 

Prossima partita proprio a Lenola. Conosci bene quel campo, che partita sarà per te e per tutto il gruppo?

“Si conosco bene il campo ed i tifosi, sarà un partita come tutte le altre anche se sarà un po′ più sentita per quanto mi riguarda, però in fondo ci sono sempre 3 punti in palio e non di più, il gruppo è molto carico e questa vittoria ci ha fatto bene. Il morale è alto e vincere aiuta a vincere. Dobbiamo rimanere calmi perchè i risultati stanno arrivando e anche le prestazioni sotto il punto di vista sia tecnico tattico che mentale”.

 

Per Sportgaetano, Antonio D′Ovidio

Lascia un commento