Serie D, Girone G – Rieti, guai ad esaltarsi. Mister Parlato con i piedi per terra: “Guardiamo al Cassino, il Latina è una pratica acquisita”

Prima trasferta della stagione, domani (ore 15), per il Rieti targato-Parlato, ospite della “matricola terribile” Cassino, reduce dal ko di Ostia e all’esordio di fronte ai propri tifosi. La formazione amarantoceleste va a caccia del bis per restare nella parte alta della classifica, dopo la vittoria di domenica scorsa contro il Latina, ma il tecnico Carmine Parlato da giorni ormai sta esortando la squadra a dimenticare definitivamente un 6-0 per evitare di specchiarsi troppo in una vittoria già ampiamente celebrata.

“Ai ragazzi chiedo da giorni la massima concentrazione e il rispetto per l’avversario. Il Latina è ormai una pratica acquisita, ora bisogna guardare avanti e pensare solo ed esclusivamente al Cassino – ammonisce il tecnico campano – Davanti a noi ci sono ancora 33 tappe, 33 sfide, da affrontare una dopo l’altra come se fossero 33 finali: non mi è mai piaciuto fare tabelle di marcia o calcoli particolari, figuriamoci ora. La squadra per tutta la settimana si è allenata intensamente, sa cosa vuole e sa cosa voglio io: esaltarsi per una vittoria è controproducente, goleade come quelle di domenica ti esaltano facilmente, ma bisogna restare coi piedi ben saldi a terra e guardare avanti”.

Ventitrè i calciatori convocati dal tecnico Parlato per la trasferta di Cassino:

PORTIERI: Patella (’97), Prudente (’01), Scaramuzzino (’98);

DIFENSORI: Biondi, Dalmazzi, Dionisi, Ispas (’98), Rossi (’99), Scardala, Tiraferri (’97);

CENTROCAMPISTI: Corinti (’98), Cuffa, Giunta (’99), Graziano (’98), Luciani, Tirelli, Scevola (’98);

ATTACCANTI: Carrafiello (’99), Cericola, Marcheggiani, Piras (’98), Scotto, Sivilla;

 

UFFICIO STAMPA/Marco Ferroni

Foto Vannicelli/Agenzia PrimoPiano

Lascia un commento