Seconda Categoria – Sporting San Cesareo, il ds Roma: “Abbiamo voglia di essere protagonisti”

San Cesareo (Rm) – «Siamo rimasti l’unica rappresentante calcistica di San Cesareo e ci siamo presi con orgoglio la responsabilità di rappresentare la nostra città». Stefano Roma, direttore sportivo dello Sporting San Cesareo, è carico in vista della partenza della preparazione della squadra che militerà anche quest’anno in Seconda categoria dopo il quinto posto della scorsa stagione. «Abbiamo voglia di essere protagonisti e di migliorare il piazzamento dell’anno scorso». Per farlo il San Cesareo si è affidato a mister Gabriele Pulina (che qualche stagione fa portò la squadra dalla Terza alla Seconda) e ha completato la rosa con una serie di innesti tra cui quelli dei difensori Strabioli e Laurelli, degli esterni Ponzo e Moretti e del centrocampista Bangrazi. «Stiamo ancora completando la rosa che conterà su molti ragazzi del posto e di quelli che componevano l’organico dello scorso anno, tra l’altro molto giovane considerata l’età media di 22-23 anni» rimarca Roma. Lo Sporting San Cesareo definirà a breve anche il nuovo organigramma dirigenziale e la questione del campo di gioco. «Il Comune sta lavorando molto per risolvere la situazione relativa al “Pera”: siamo fiduciosi che entro la metà di settembre il nostro club possa tornare a giocare nella sua casa». Uno dei vanti della società casilina, comunque, è il progetto “Diamo un calcio al bullismo” che il club ha diffuso in maniera enorme nel giro di pochi mesi e che è stato sostenuto anche dal Comitato regionale. «Abbiamo avuto l’adesione di oltre cento società laziali e sinceramente non avremmo mai pensato a un coinvolgimento di questo tipo – spiega Roma – A breve, comunque, cercheremo di organizzare un evento in cui riunire tutte queste società alla presenza di importanti rappresentanti di Regione Lazio, Comitato regionale Lnd e Coni regionale e nazionale».

Lascia un commento