TEST MATCH – Un gol per tempo della Pianese, resa onorevole della Vigor Acquapendente. Le sensazioni dei tecnici nel dopogara

GARA AMICHEVOLE

 

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE – US PIANESE ASD           0-2

(PRIMO TEMPO 0 – 1)

POLISPORTIVA VIGOR ACQUAPENDENTE: Poppi (20° st Pasquini), Fanelli, Cecconi (26° st Raspoli), Burla (33° st Ceccolungo), Scigliano (38° st Nardini), Colonnelli, Fanelli, Broccatelli (40° st Illiano), Ronca (19° st Virtuosi), Zammarchi (40° st Bedini), Coccetti (21° st Ranucci)

ALLENATORE: Centaro

 

US PIANESE ASD: Benedettini (1° st Grasso), Maresi (1° st Fapperdue), Rizzo, Gagliardi, Simeoni (27° st Stolzi), Capone, Bianchi, Catanese, Khtella (40° st Giustarini), Golfo, Borgarello

ALLENATORE: Masi

 

MARCATORI: 30° pt Bianchi (P), 1° st Giustarini (P)

 

Sconfitta a scarto ridotto per una Vigor contro una formazione toscana di due Categoria superiori. Difficile andare per i gialloblù oltre la semplice fase di interdizione contro o ragazzi del Presidente Maurizio Sani che sciorinano un primo tempo a rimo quasi vertiginoso ed un secondo con marcia più ridotta ma con tanto qualità ed intelligenza nel possesso palla. E’ Golfo nei primi cinque minti a sfiorare la marcatura in un paio di occasioni. Bravo Poppi a non farsi sorprendere. Dopo l’ennesimo numero del giovane portiere locale sulla conclusione di Khtella,  arriva al minuto 30 l’imparabile conclusione a rete di Bianchi. Dopo appena un minuto un tiro cross di Rizzo scheggia la traversa mentre nel giro di otto minuti Capone si rende protagonista di due conclusioni apprezzabili. Alla intelligente ed esponenziale crescita della coppia Zammarchi-Colonnelli nel cercare soluzioni vincenti, fa eco nella ripresa un paio di uno-due in velocità dei toscani che mettono Giustarini in condizioni di segnare il raddoppio ad inizio ripresa e Catanese, Bianchi e Stolzi mettere in prova le qualità di bravura del numero uno Pasquini.

“E’ stato un buon allenamento”, sottolinea il Tecnico toscano Masi a termine match, “giunto dopo un periodo duro e pieno di carichi di lavoro. Occasione per dare soprattutto a tutta la rosa minuti in più nelle gambe”.

“Sono soddisfatto”, sottolinea  Centaro, “di come la mia difesa ha arginato la manovra espressa da una formazione di due Categorie superiore. Abbiamo preso solo due retti. Ed, onestamente, con una maggiore attenzione sarebbero state anche evitabili. Al di là di tutto questo, siamo comunque sulla buona strada”.

Giordano Sugaroni

Lascia un commento