UFFICIALE Promozione – Villalba, nuovi acquisti in ogni reparto. E Prioteasa rimane: “La soluzione più logica”

Tempo di cambiamenti, ma ragionati. Il Villalba Ocres Moca 1952 dà un colpo di spugna al passato recente e scommette sui giovani in età di Lega. “La rosa sarà composta da 12 senior e 12 junior – affermano all’unisono i presidenti Pietro Scrocca Mauro D’Autilia – con qualche rinforzo in ogni reparto e diversi ruoli chiave che vedranno l’inserimento di altri protagonisti, anche titolari, nell’undici di base”. Cominciamo con la porta, dove Gabriele Marini lascia il posto a Daniele Di Stefano portiere classe 1992 proveniente da formazioni quotate che hanno disputato la serie D come il Palestrina e l’Ostia Mare. In difesa arriva il gigante Simone Anselmi, centrale classe ’85, ex Lodigiani, Cynthia, Flaminia, Pisoniano, Vigor Cisterna, Grifone Monteverde e Unipomezia, un “granatiere” romano che arriva direttamente da La Rustica. Altro difensore di carattere e talento e’ Simone Pomposelli, un centrale del 1993, conosciuto alla piazza perché arriva dal Sant’Angelo, con tanta voglia di riscatto dopo una ingiusta squalifica di un anno che ha lasciato l’amaro in bocca al giocatore, pronto ad una stagione da protagonista assoluto. Nella zona nevralgica del campo si inserisce Andrea Loreti, classe 92, cinque gol lo scorso anno con il Sant’Angelo, uno decisivo contro il Tor di Quinto. Infine il crack per l’attacco, la punta che darà sicuramente spessore e quantità all’intero reparto, pur pieno di tecnica e talento: alla corte di mister Daniele De Filippo arriva Pietro Petrangeli, espertissimo killer dell’area di rigore appena trentenne, il cui curriculum parla per lui; oltre 100 gol all’attivo in Eccellenza, il centesimo proprio contro il Montecelio vestendo la maglia del Lepanto. Nell’ultima stagione, in meno di 5 mesi ha realizzato 12 reti, sempre nell’agognata Eccellenza. Per lui una sfida da vincere e subito, insieme ai nuovi compagni di squadra, che conosce da una vita e con i quali ha un patto da rispettare verso i tifosi: far divertire tutti i supporters del Villalba e occupare da subito le posizioni di vertice in campionato. Per sognare ancora una volta, insieme. (Ufficio Stampa Villalba)

 

Nell’ultima stagione calcistica ha realizzato ventidue reti, per una prima punta come lui è un ottimo bottino e questa dote di gol che lui porta potrebbe fare gola a qualche club di Eccellenza. Ma di trasferirsi altrove non se ne parla nemmeno. Flavio Prioteasa vuole restare al Villalba e lo dice a chiare note: “Qualche voce di un interessamento è arrivato anche a me – spiega l’ariete del Villalba – ma io qui a Villalba sto bene e vorrei restare anche nella prossima stagione con la società di Scrocca e D’Autilia. Credo che alla fine per me questa sia la soluzione più logica. Dopo la bella stagione che abbiamo vissuto insieme riprovarci a vincere il campionato per noi è un obbligo”. Ripensando alla passata stagione resta l’amarezza per un epilogo sfortunato, quel tiro dagli undici metri che ha vanificato la rincorsa: “Purtroppo l’episodio della semifinale dei play-off ci ha girato male, capita di avere difficoltà e con un po’ di fortuna l’obiettivo lo centri. A noi la fortuna non ci è venuta incontro”. Resta comunque il bel campionato del Villalba, resta la grande rincorsa che ha poi prodotto quel secondo posto che ha portato ai play-off.
Nel match decisivo contro i Monti Cimini proprio a Flavio Prioteasa è capitata una grande occasione dopo un controllo di palla da fuoriclasse ma il suo tiro ha lambito il palo: “Nel calcio dopo il novantesimo minuto bisogna guardare avanti e pensare già alla prossima partita o alla prossima sfida. Io sono già concentrato sulla prossima stagione, sarà un Villalba molto competitivo quello che scenderà in campo nella prossima edizione della Promozione”. Ma al “Pirata”, come lo chiamano i tifosi, non piace solo fare i gol, piace anche servire assist ai compagni: “Con Petrucci e con De Cenzo quest’anno ci siamo fatti assist a vicenda. Mi trovo bene a giocare con loro”.
Dei giovani che il Villalba ha lanciato quest’anno in squadra a Prioteasa è piaciuto molto Daniele Picano: “E’ un ragazzo che ha grandi qualità calcistiche. Quest’anno è stato frenato dalla pubalgia ma sono certo che presto sarà pronto a scendere in campo”.
Di Sergio Toraldo – Tiburno.tv

Lascia un commento