Serie D, Girone H – Bisceglie e Trastevere trascinate dai loro bomber. Caprino: “Montaldi e Tajarol continuano a segnare in barba alla carta d’identità”

Il Bisceglie ha festeggiato l’accesso in Lega Pro, al fotofinish davanti al Trastevere. Una cavalcata intensa, accesa, intrisa di veleni in cui sono spiccate le qualità immense di Montaldi e Tajarol. Valerio Caprino dice la propria per quanto riguarda i maggior cannonieri del raggruppamento:

“Credo che molte delle emozioni vissute da chi ha raccontato e seguito questo girone, le abbiano regalate questi due calciatori. Da una parte Anibal Montaldi e dall’altra Stefano Tajarol, rispettivamente primo e secondo cannoniere del raggruppamento.

MONTALDI – L’anno scorso decisivo per la promozione della Virtus Francavilla, con prestazioni sontuose e gare vinte quasi da solo. Grande classe e grande generosità, sempre! Qualità che ha messo a disposizione del suo Bisceglie, per poter così bissare la vittoria della scorsa stagione, e riportare il club neroazzurrostellato nei professionisti, a 19 anni dall’ultima apparizione.

TAJAROL –  Si è dimostrato ancora una volta un attaccante a cui piace badare al sodo: tanta grinta, tanta qualità, e tanti goal che hanno portato il Trastevere ad un passo dalla LegaPro, poi sfuggita per merito del Bisceglie. Quella stessa LegaPro che l’attaccante romano si conquistò nella stagione 2013/14 con la maglia della Lupa Roma.

Per la serie, passano gli anni, ma i protagonisti sono sempre gli stessi, nonostante questi due signori facciano insieme 73 anni, ma continuano a correre e segnare come se fossero due ragazzini”.

Lascia un commento