Eccellenza, Girone A – Tanta delusione e poche emozioni: ad Acquapendente si affrontano le retrocesse Vigor e CPC

Dopo nove mesi sofferti come nessuno avrebbe mai immaginato termina ad Acquapendente il campionato d’Eccellenza della CPC, che a meno di un improbabile ripescaggio nei mesi estivi la vedrà piombare alle 18:15 in Promozione. Vanificato con la durata e l’intensità di un temporale estivo un lavoro certosino lungo dodici anni, con una stagione tanto sfortunata quanto  insufficiente, dove nessuno escluso ne è il diretto responsabile. Termina con una delle trasferte più impervie e lontane di queste trentaquattro  giornate, con i cento chilometri che saranno fedeli compagni, e si spera anche ispiratori di riflessioni,  di chi comunque sarà invitato a onorare a partire dalle 16:30 questa maglia nel massimo campionato regionale. Ieri ultima rifinitura stagionale avvenuta con una sgambatura contro la Juniores, con l’ora x dello sciogliersi delle righe fissata al rientro in città di domenica. Poi  solo gli under 97/98 continueranno ad allenarsi agli ordini di Carlo Vincenzi, per tentar con la Juniores il mantenimento della categoria regionale. Del match non faranno parte Di Gennaro, fermato dal giudice sportivo dopo l’espulsione di domenica, Parla e Ponzio che sconteranno l’ultima delle due giornate di squalifica inflitte nella gara col Ladispoli.

Ufficio Stampa CPC

Lascia un commento