Seconda Categoria, Girone G – Pol. De Rossi in scioltezza sul Colonna: Tomassini immarcabile, anche Angelucci e Paradiso si prendono la scena

Un solo risultato a disposizione, la vittoria e il De Rossi ha adempiuto al suo dovere fornendo una prova autoritaria ed intelligente, una prova da prima della classe come recita la classifica e se vorrà coronare questo Campionato con un trionfo, così dovrà giocare sino alla fine perché dietro di lei non molla un centimetro nessuno. Bellissima giornata alla Caffarella, ideale per giocare al calcio, Montella ripropone il suo 4-3-3 con l’inserimento solito di un paio di pedine per tenere tutti i giocatori concentrati sull’obiettivo; Vita in porta con Cannone e Rosati a presidiare le fasce, Perugini-Mustafi al centro, Barchiesi inserito davanti alla difesa, coadiuvato da Angelucci a destra e Moretti (arretrato) sulla sinistra, mentre davanti a comporre il trio d’attacco, Paradiso, Tomassini e Favetta. Inizialmente il caldo rallenta la spinta dei padroni di casa, che preferiscono ragionare e capire la disposizione dell’avversario, tra l’altro presentatosi con una sorta di 4-5-1 che non è mai riuscito a creare grossi problemi; e così scorre lento quasi tutto il primo quarto d’ora, quasi perché al 14° minuto il De Rossi sblocca la partita. Tomassini è caparbio a centrocampo e ruba di slancio un pallone, cavalca sulla fascia destra bruciando in velocità il diretto marcatore, giunto sul fondo la tocca dolcemente in arretrato per l’accorrente Paradiso che con glaciale freddezza la piazza in rete di piatto non lasciando scampo al portiere. Il gol risveglia dal torpore il De Rossi e due minuti più tardi Tomassini parte da sinistra lontanissimo bevendosi gli avversari come birilli, prende un paio di calci ma riesce ad arrivare a tu per tu col portiere quando… L’arbitro fischia una punizione a favore dal limite! Incredibile! Alla battuta Barchiesi, tiro alto. I reds però ormai hanno preso in mano le redini dell’incontro e al 24° raddoppiano: ancora un Tomassini ubriacante semina il panico ancora sulla fascia sinistra, palla al centro per Favetta che da vero centravanti la stoppa di petto e la smista sulla destra per il puntuale inserimento di Angelucci, l’”intermedio-goleador” non si fa pregare e la spara di giustezza sul primo palo, 2 a 0. Il Colonna resta impietrito da questo uno-due e al 27° potrebbero addirittura subire il terzo gol; Favetta bene appostato a centro area serve una sponda perfetta sul limite dell’area per Tomassini, conclusione ad effetto di destro e gran risposta del numero uno avversario, sugli sviluppi dello stesso la palla viene respinta corta e Barchiesi prova ancora spedendo la palla oltre la traversa. Partita a senso unico dei reds (oggi “blancos” per l’occasione), minuto 32, Angelucci traccia una linea perfetta per l’inserimento di Moretti, tiro in diagonale ed ancora una buona parata in angolo. Calcia dalla bandierina Tomassini che pesca perfettamente Moretti, colpo di testa ravvicinato con la porta spalancata e palla clamorosamente a lato. Il Colonna si fa vedere estemporaneamente con un lancio dalle retrovie al 38° che arriva sulla fascia destra della squadra di casa, la posizione sembra essere di evidente fuorigioco ma il direttore di gara fa proseguire, palla servita al centro e botta dai 20 metri che Vita blocca a terra in sicurezza. Risponde immediatamente il De Rossi con un’azione tutta di prima costruita sull’asse Cannone-Angelucci-Barchiesi, tiro di quest’ultimo forte ma altissimo. Il primo tempo si chiude con un altro lancione dalla 3/4 del Colonna, palla all’altezza del dischetto e Vita è deciso nell’uscita di pugno prendendo il pallone e sradicando il n°9 avversario.

Il due a zero piace ma non soddisfa l’incontentabile Mister Montella che durante l’intervallo predica maggiore applicazione ai suoi che, diligenti alla consegna, ripartono con maggiore slancio e convinzione. 3° minuto, azione a percussione centrale di Paradiso, nessuno riesce a contrastarlo efficacemente ed il Capitano arriva davanti al portiere, lo dribla e serve sulla sinistra Tomassini, tiro a botta sicura ed ennesima parata miracolosa. 5°, Moretti parte da centrocampo, lavora un gran pallone e serve sulla corsa fascia sinistra Tomassini, solito sprint e solito successo sul difensore, palla al bacio a chiudere il triangolo col compagno che la spara alto da non più di tre metri dalla porta, occasione gigantesca! Azione quasi in fotocopia qualche minuto più tardi con Moretti ancora ad innescare Tomassini, la punta stavolta rovescia al centro una palla insidiosissima che la difesa salva con non pochi patemi d’animo. Solo De Rossi in campo, 11°, fallo laterale da sinistra lunghissimo di Cannone direttamente sul dischetto, Moretti si avvita bene ma la sua conclusione termina a lato. Passano sei minuti e Cannone come prima, riprova a servire in area Moretti, la punta stavolta colpisce di testa ma il portiere ben appostato para. Il terzo gol però era nell’aria e puntuale arriva al 20° a seguito di un’azione davvero spettacolare: giocata deliziosa di Tomassini che lancia in profondità Paradiso, bell’allungo e colpo di tacco di ritorno per il compagno, appoggio sulla sinistra per Moretti che stavolta non può esimersi dal buttarla dentro in scioltezza, 3 a 0. Partita virtualmente chiusa ma, non per il De Rossi; minuto 22, Marinelli sfodera un pregevole spunto in area leggermente defilato sulla destra, allungo intelligente per Tomassini che calcia rapidamente sul primo palo, altra ottima risposta del portiere ospite in angolo. Schema sulla battuta relativa, palla sulla linea di fondo dove Paradiso sembra danzare col pallone, cross calibrato sul secondo palo dove si fa trovare pronto, udite udite, Valerio Cannone, stacco e bel gol di testa a fil di palo. I ritmi inevitabilmente si abbassano, ma la capolista sembra avere ancora fame. Alla mezzora Marinelli ruba palla sulla sinistra e macina velocissimo la fascia, arriva sul fondo, rientra e serve al centro Tomassini con una palla educatissima che il “folletto” controlla, mette a sedere il portiere e la deposita in rete…e sono 5. Tanto gioco e spettacolo alla Caffarella, ma i padroni di casa non si fermano mai, dimostrando così rispetto per i loro avversari, e al 40° trovano il sesto gol; punizione dalla destra che Paradiso invece di riversare in area appoggia centralmente per l’accorrente Perugini, gran sinistro di prima intenzione ribattuto, è lo stesso Perugini a recuperare la sfera e stavolta il suo sinistro gonfia la rete. L’ultima azione della partita si sviluppa allo scadere sugli sviluppi di un corner dalla destra, palla a Paradiso che spara un gran bolide su cui il portiere compie l’ennesimo grande intervento della partita. Altri tre punti in cascina ed una partita in meno da disputare. Adesso ne mancano tre ed è vietatissimo abbassare la guardia, il destino di questo Campionato è nelle nostre mani e soltanto noi ne possiamo essere gli artefici.

LE PAGELLE

VITA – 6,5 Prende il sole senza creme protettive! Nelle rarissime occasioni in cui è stato chiamato in causa però dimostra di non essere mai deconcentrato.
ROSATI – 6,5 Buona partita ma non eccelsa! E’ in crescita nel ruolo specialmente nella fase di spinta ma lascia qualche perplessità quando prova ad inventarsi delle giocate che forse non sono nel bagaglio del suo repertorio.
CANNONE – 7+ Spinta, Garra e Guera! oltre a questo oggi anche il regalino del gol siglato di testa, decisamente un bel ricordo per un giocatore che non delude mai.
BARCHIESI – 6,5 Ruolo delicato in una zona nevralgica! alcune cose davvero belle, altre decisamente no. Buono lo smistamento e anche la proposizione, un pò meno bene la verticalizzazione specie se forzata, nel complesso però una prova discreta.
PERUGINI – 7+ Oggi forse il suo compito è stato agevolato dalla poca consistenza degli attaccanti però quando c’è da “sportellare” nessuno come lui. Realizza anche di tigna e prepotenza il suo primo gol al De Rossi, per cui quel “+” ci sta tutto!
MUSTAFI – 7 Controlla, gestisce, dirige. Dove lo metti lo metti la sua presenza non è mai anonima. Quando gioca da difensore centrale è un lusso averlo in impostazione, quando gioca da centrocampista è un lusso averlo come difensore aggiunto.
MORETTI – 7 Tanto movimento, tanti palloni giocati, un gol semplice e qualche errorino. Nel complesso una partita molto buona, anche se i suoi mezzi potrebbero consentirgli di più.
ANGELUCCI – 7,5 La sua intelligenza tattica è davvero fuori dal comune! il gol che segna ne è l’emblema ed è una presenza costante in tutto l’arco dei 90 minuti, gran giocatore.
FAVETTA – 6,5 Sforna due assist strepitosi, uno trasformato in gol e l’altro no. Insomma si muove molto e lavora per la squadra ma oggi ci sarebbe piaciuto vedergli segnare almeno un gol. Pazienza, il giocatore c’è e questo è fuori discussione.
PARADISO – 7,5 Apre le danze siglando un gol che “sembrava” facile facile, poi si mette in cabina di regia e fa girare la squadra come un orologio. Senza dubbio è in grande condizione e la sua voglia di vincere è davvero contagiosa.
TOMASSINI – 8 Gran partita! che giochi su una fascia o sull’altra il risultato non cambia, i rispettivi difensori escono col mal di testa. Oggi inventa assist, segna un gol di classe e soprattutto non si risparmia mai. Per marcare un giocatore così devi essere preparato atleticamente MOLTO bene…..ed è difficile trovarne alla sua altezza.

SOSTITUZIONI
MARINELLI (dal 15 st° per Favetta) – 7 Nella sua mezzora almeno tre giocate di qualità superiore. E’ ancora molto giovane, ma quello che lascia intravedere è davvero importante
BARTOLOMEI (dal 25° st per Barchiesi) – 9 Motiviamo il voto: dopo quasi un anno di allenamenti costanti conditi da infortuni vari, esordisce in questa stagione entrando in campo con decisione e convinzione, conquista punizioni, lotta e potrebbe segnare addirittura un gol se non gli venisse chiamato un fuorigioco inesistente. Tutti gli allenatori vorrebbero avere giocatori con la sua dedizione e la sua serietà……..magari con un piedino un pò più educato…ma non si può avere tutto 🙂
VANNICOLA (dal 30° st per Cannone) – S.V. Quindici minuti in cui poco si poteva vedere, impatto comunque buono e affidabilità e versatilità costanti.

A disp.: Cortellesi, Espin Quintana, Deraco, Vito

Ufficio Stampa Pol. De Rossi

Lascia un commento