Promozione, Girone D – Terracina, la stagione non è finita. Tre gol al Priverno e segnale a Suio e Sp. Vodice

Nella sfida del “D’Annibale” di Priverno – valevole per il turno numero 31 del girone D della Promozione laziale -, il Terracina si impone con il netto risultato di 0 – 3, frutto di una prestazione praticamente perfetta. Nulla da fare per il Priverno, che tolta qualche sortita offensiva del trio d’attacco FunariTomassiConciatori, non può davvero nulla contro l’ottima organizzazione degli uomini in casacca celeste. Un trionfo, quello terracinese, che porta la firma di mister Milo: il tecnico tirrenico dispone un sapiente 3 – 5 – 2, che esalta le doti atletiche di Drogheo e Bagnara, bravi a creare costantemente la superiorità numerica in attacco con le loro discese sulla fascia. Proprio da due spunti degli esterni sono originati i primi due gol terracinesi. Al 28′, Bagnara salta sulla fascia sinistra Nardi e mette dietro per l’accorrente Fanelli: il bomber di Augusta scarica un ottimo destro, con il pallone che va a finire sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere locale: è 0 – 1. Grande gioia per Fanelli (al suo nono centro in stagione) e per i tifosi ospiti presenti sugli spalti, mentre Bagnara si conferma nuovamente decisivo, dopo essersi procurato il fondamentale rigore del pareggio nella sfida casalinga del turno precedente contro l’Insieme Ausonia. Il Terracina non si accontenta: la squadra di Milo continua a spingere, pressando con buon ritmo la squadra dei Colli Seiani. Così, al 41′, arriva il raddoppio: ottimo spunto di Drogheo sulla fascia destra, che prima salta un uomo, poi mette dentro: il giovane Bottiglia non sbaglia il tap – in per il raddoppio ospite. Pochi minuti dopo, giunge il duplice fischio, che decreta la fine della prima frazione.

Nel secondo tempo, il copione non cambia: è sempre il Terracina a dettare i tempi e a gestire la partita, mentre il Priverno si affida soltanto a qualche evanescente ripartenza. Dopo soli quattro giri di lancette, arriva lo 0 – 3 che chiude di fatto la sfida: Flore tira dalla destra, il portiere di casa respinge sui piedi di Tornesi, che mette dentro facilmente il pallone (quinto gol in campionato per la punta biancoceleste). A questo punto, per il Terracina, è solo ordinaria amministrazione: la partita, fino al 90′, rimane sotto il suo controllo, mentre il Priverno si affida a pochi e sterili tentativi. Per gli ospiti, c’è spazio anche per l’esperto Mauti e i giovani Carocci e Della Fornace. Unica nota negativa di questa giornata, l’infortunio di Altobelli, che al 64′ lascia il terreno di gioco per un risentimento fisico (ovviamente l’entità del problema è ancora tutta da valutare: si spera che non sia nulla di particolarmente grave). Sulle ali dell’entusiasmo, per i tirrenici non resta che attendere il fischio finale, che giunge dopo soli 3′ di recupero. Come scritto nel titolo, il Terracina ottiene tre punti davvero importanti, che gli permettono di rimanere nella scia del Suio e dello Sporting Vodice (distanti rispettivamente quattro e due punti): il sogno è sempre quello, il terzo posto valevole per gli spareggi di fine stagione. Prossimo impegno, per i tigrotti, mercoledì 19 marzo alle ore 16:00 contro il Sezze: sarà il primo capitolo della volata finale, che il Terracina dovrà affrontare con la massima concentrazione e, soprattutto, con il calore e la vicinanza del pubblico terracinese.

TABELLINO

PRIVERNO-TERRACINA 0-3 (0-2)

Priverno: Del Zio – Nardi – Fratini – Rinaldi (45′ st Restani) – Magni – D’Onofrio (45′ st Lagiri) – D’Agostino – Di Giulio (80′ Mancini) – Funari – Tomassi – Conciatori. A disp. Olive – Rossetti – Taritara – Gurgui. All. Stefanini.
Terracina Monti – Zeppieri – Bagnara – Drogheo – Campobasso – Altobelli (69′ Carocci) – Bottiglia – Fanelli – Tornesi – Pisacane (76′ Della Fornace) – Flore (60′ Mauti). A disp. Borsa – Fia – Di Vizio – Russo. All. Milo.
Arbitro: Bertocci (Roma 2).
Marcatori: 28′ Fanelli, 41′ Bottiglia, 49′ Tornesi.
Note – Ammoniti: 18′ Di Giulio (P), 43′ Fratini (P), 48′ Nardi (P), 80′ Rinaldi (P).Terreno in erba in discrete condizioni. Giornata soleggiata e mite. Spettatori 60 circa.

Andrea Calabrese – Terrasport.it

Lascia un commento