Serie D, Girone G – Harakiri Rieti, è grande Nuorese! Patron Curci e mister Paris fanno mea culpa, Mariotti si gode l’acuto

Una sconfitta che pesa e fa davvero male, sia perchè costa i primato ancora una volta, sia perchè fa il paro con quella di due settimane fa con l’Avezzano.

CURCI CHIEDE SCUSA — Al termine della gara tensione tra Scotto e la tifoseria, toni accesi e compagni di squadra che lo portano nello spogliatoio di forza:”Scotto oggi ha sbagliatospiega Curcic’è solamente da chiedere scusa ai tifosi dopo la prestazione di oggi. Una squadra che deve lottare per vincere il campionato, non può giocare in questo.  E’ già la seconda volta che accade, dopo il ko di due settimane fa contro l’Avezzano e la cosa comincia a stancarmi. Inoltre, non è giusto che i nostri giocatori rispondano ai tifosi che dagli spalti dissentono, perché loro pagano il biglietto ed hanno il sacrosanto diritto di contestare: oggi è una giornata particolarissima per me, iniziata male e finita peggio. Mi dispiace anche perché per l’ennesima volta portiamo gente allo stadio e facciamo queste figure: prendere 4 gol in casa è assurdo, ma non si possono buttare due partite casalinghe in questo modo”.

PARIS — Visibilmente deluso il tecnico Fabrizio Paris al termine della partita: “Sicuramente è stato un black out totale – dice – perché gli stessi giocatori che a Civita Castellana fanno quella partita di qualità, oggi vanno incontro ad una gara del genere. Ho percepito tanta tensione, un po’ troppo nervosismo, la palla tra i piedi comincia a scottare e per di più, dinanzi avevamo un avversario di assoluto livello che comunque con quattro conclusioni in porta ha fatto altrettanti gol. Le responsabilità sono di tutti: dal sottoscritto, allo staff, fino alla squadra. Ora dobbiamo reagire perché giovedì c’è da affrontare un altro scoglio, l’Albalonga. Vediamo se dalle retrovie, con meno pressione, riusciamo a rendere meglio”.

EUFORIA MARIOTTI — Di umore diametralmente opposto Marco Mariotti che come lo scorso anno, sbanca Rieti e torna a casa coi tre punti in tasca: “Fatemi godere questa vittoria – spiega raggiante l’allenatore – Un successo rotondo ottenuto con la squadra più forte del girone e probabilmente tra le migliori di tutta la serie D, con un assortimento di assoluto livello. Siamo stati bravi a fare esattamente ciò che avevamo visto dai video: meno possesso palla, più palloni sui loro centrali e questo li ha un po’ messi in difficoltà. Questa vittoria non cambia i nostri obiettivi: abbiamo ancora 12 punti a disposizione, cerchiamo di farne più possibile e poi vedremo dove saremo arrivati. La gara perfetta? Sì, se avessimo evitato di subire il secondo gol”.

Manuel Scappa – Amarantoceleste.it

Lascia un commento