Serie D, Girone G – Arzachena troppo forte, il Flaminia s’arrende a bomber Sanna

Arzachena-Flaminia 2-0

Arzachena: Ruzittu, D’Alterio, Mithra, Bonacquisti, Brack, Sbardella S., Carpentieri (17’st Sanna N.), Nuvoli, Sanna A., Salvini (5’st La Rosa), Aloia (9’st Aiana). A disposizione Aramu, Mulas, Capezzuto, Oggiano, Alfano e Verachi Allenatore Mauro Giorico.
Flaminia: Proietti, Ranucci, Quaglia, Nannini, Locci, Tricoli (9’st Cardillo), Funari (38’st Sbardella L.), Lucchese (27’st Amico), Cicino, Delgado, Gori. A disposizione Cosimi, Cinti, Nolano, Crescenzo. Allenatore Pier Luigi Vigna.
Arbitro: Pirriatore di Bolona.
Reti: al 24’pt (rigore) e al 22’st Sanna A.
Note: espulsi Brack e Locci, ammoniti D’Alterio, La Rosa e Funari; angoli 2-6, recupero 3 e 4, spettatori 400 circa.

L’Arzachena fa un passo importante verso la Lega Pro. La squadra allenata da Mauro Giorico conquista tre punti nel match contro un Flaminia che non ha regalato niente ed effettua un importante allungo sulla coppia Rieti e Monterosi (in ritardo di tre punti). Andrea Sanna (autore della doppietta che permette di portarsi in testa da sola alla classifica cannonieri) realizza e Marco Ruzittu chiude la saracinesca, così si può interpretare l’andamento della gara. Dunque un altro successo casalingo per l’Arzachena che batte il Flaminia e grazie alla contemporanea sconfitta del Rieti in casa contro la Nuorese, si trova in testa da sola alla classifica, con tre punti di vantaggio sulla coppia formata da Rieti e da Monterosi. L’allenatore dell’Arzachena Mauro Giorico deve fare a meno dello squalificato Piotr Branicki (dopo il giallo rimediato domenica scorsa a Sassari contro la Torres) e al suo posto sl centro dell’attacco schiera Alessandro Aloia. Davanti a Ruzittu, la linea difensiva composta da Petrone e Mithra laterali con Brack e Sbardella centrali, in mezzo al campo Bonacquisti, Mulas, Oggiano e Nuvoli e davanti la coppia di attaccanti composta da Andrea Sanna e Alessandro Aloia. Nel Flaminia da registrare la presenza dell’ex Luigi Cicino (11 reti nell’Arzachena con Giorico alla prima stagione in panchina due anni fa) e di Luca Sbardella, gemello di Simone centrale difensivo dell’Arzachena. Gli smeraldini partono meglio ma è il Flaminia a creare, poco prima del 20’, due nitide occasioni da rete: al 18’ Ruzittu solleva sopra la traversa una conclusione di Funari, mentre un minuto dopo l’estremo difensore di casa si ripete respingendo un tiro di Gori. Al 22’ l’azione che porta al vantaggio dei padroni di casa: Andrea Sanna conclude a botta sicura ma è bravo Proietti a respingere, a questo punto si crea un batti e ribatti che porta all’assegnazione del rigore del direttore di gara per un fallo di Ranucci su Nuvoli. Dal dischetto, in assenza di Branicki, si presenta Andrea Sanna, il cui tiro viene toccato da Proietti, ma non per evitare il gol. Al 37’ il Flaminia va vicina al pareggio con una girata al volo dell’ex Cicino sulla quale Ruzittu risponde alla grande. Al 41’occasionissima per l’Arzachena per chiudere la partita con Carpentieri che supera Proietti, ma il pallone finisce contro il palo, attraversa tutta l’area piccola dell’area ospite e si perde sul fondo. Un minuto dopo l’Arzachena rimane in dieci uomini, perché il direttore di gara estrae direttamente il cartellino rosso al difensore centrale Keon Brack per un intervento falloso su un avversario.

Nella ripresa il Flaminia entra più che mai deciso a ristabilire il risultato di parità e nei primi minuti di gioco, i brividi per i tifosi smeraldini sono tantissimi: ci pensa però Marco Ruzittu a superarsi respingendo conclusioni ravvicinate di Lucchese (3’), Nannini (4’) e Gori. Al 22’ Andrea Sanna chiude la gara realizzando la rete del 2-0: il neo capocannoniere del girone G parte dalla propria metà campo e si presenta a tu per tu con Proietti e lo batte con un preciso tiro. Al 28’ la parità dei giocatori in campo torna, visto che Locci viene ammonito per la seconda volta e di conseguenza espulso dall’arbitro. Giovedì nel turno infrasettimanale, la squadra allenata da Mauro Giorico sarà di scena sul terreno di gioco del Sansepolcro e nell’occasione, mister Giorico recupera bomber Branicki, ma non potrà avere a sua disposizione Koen Brack. Alla Flaminia servono urgentemente tre punti salvezza. Magari già da giovedì pomeriggio al Madami contro il Lanusei ormai tranquillo a 40 punti.

Paolo Muggianu

Lascia un commento

Top