Prima Categoria, Girone F – Praeneste corsaro a Valmontone con super Antonelli

La forza di un gruppo che ogni domenica si sta esprimendo a grandi livelli e di volta in volta vede protagonisti diversi, oggi a coronare la prestazione c’è stata la grandiosa doppietta del bomber Antonelli che a quattro giornate dal termine permette di cullare ancora sogni di Coppa Lazio.

VALMONTONE: Duca, Piacentini(22’ st Marziali), S.Moroni, A.Moroni, Palombi, Cisse, Olariu, Paniccia(18’ st Giuffrida), Ramacci, Colaiori, Moretti

A disp: Manita, Ippoliti, Melis, Fontana, Avallone

All. Pino Di Cori

PRAENESTE: Di Stefano, Saccucci(18’ st Pinci), G.Mattogno, Vitrano, Luciani, Cilia, Guglielmi, Bylyshi(13’ st Veccia), Antonelli, Ammassari, Macaluso(43’ st Sabelli)

A disp: D.Mattogno, Laurelli, N.Niola, Marini

All. Sig. Stefano Ferretti

Reti: 20’ pt Antonelli (P), 19’ st Antonelli (P), 24’ st Pinci aut. (V)

Ammonizioni: Bylyshi, Moretti, Duca, Piacentini, G.Mattogno, Cilia, Luciani, Colaiori.

Espulsioni: al 35’ st Colaiori (V) per doppia ammonizione

Note: al 31’ pt Duca (V) para rigore ad Ammassari.

Arbitro: Michele Di Donato di Roma2

Tour de force per il Praeneste atteso da un Valmontone in forma e voglioso di incassare i definitivi punti salvezza. Ma le motivazioni degli ospiti sono quest’oggi tante e dopo una brevissima fase di studio Guglielmi riesce a prendere la misura ai guardiani appostati sulla sua fascia. Cross pennellati dal giovanissimo nr.7 sulla testa prima di Antonelli e poi di Macaluso, entrambi a pochi metri dalla porta hanno spazio per saltare ma non riescono a concludere efficacemente la girata. Valmontone gioca e non si nasconde, Di Cori chiama i suoi a buone verticalizzazioni e rapidi campi di gioco che talvolta trovano scoperta la retroguardia prenestina, ma la buona giornata di Di Stefano smorza ogni pericolo. Al terzo colpo di testa però il Praeneste passa, punizione tagliata di Ammassari sul secondo palo e Antonelli sbuca colpendo a suo modo da distanza ravvicinata: 0-1. Un minuto dopo il Real sfonda sulla sinistra e impegna duramente gli ospiti, due tentativi respinti di cui uno in distensione da Di Stefano. Riparte la manovra del Praeneste e sono ancora dolori, le punte sgusciano ovunque e verso la mezz’ora una mano forse involontaria di Piacentini rischia di affondare i padroni di casa. L’arbitro non ha dubbi ma sul dischetto Ammassari incrocia debolmente e Duca può neutralizzare il calcio di rigore in due tempi. Dura cinque minuti la fiammata dei giallorossi che provano subito a ristabilire la parità ma pieni meriti alla difesa arancio verde che chiude in ogni circostanza i varchi. Colaiori su punizione trova solo la barriera, Antonelli e Ammassari chiamano alla gran risposta Duca dai 25 metri, due corner consecutivi che non producono frutti, mentre verso lo scadere una rasoiata non forte ma angolata costringe Di Stefano ad allungarsi per evitare guai maggiori.

Nessun cambio nella ripresa inizialmente, il Praeneste prova a respingere gli attacchi dei locali per ripartire con gli agili attaccanti a disposizione di Ferretti ma Cisse nella sua metà campo giganteggia e rende le cose difficili. Il Valmontone spinge ma pecca nella soluzione finale, in ombra oggi la coppia offensiva ma le triangolazioni dei giallorossi restano temibili e il Praeneste concede qualche calcio da fermo insidioso. Sugli sviluppi di uno di questi tuttavia Di Stefano cerca velocemente in profondità Antonelli che sprinta in mezzo a tre difensori superandoli di netto e da circa 25 metri indovina un pallonetto di prima intenzione che vale il raddoppio e una meritata standing ovation. Repentina occasione per triplicare ma il servizio perfetto di Guglielmi per Macaluso viene reso vano da un intervento da tergo sulla punta, sarebbe rigore solare ma il direttore di gara stavolta non se la sente di fischiare nuovamente la massima punizione. A stretto giro però la gara si riapre perché sull’ennesima imbucata di Olariu c’è tutto il tempo per attendere il buon posizionamento dei compagni, il rasoterra davanti lo specchio è micidiale, Pinci tocca per ultimo una palla che sarebbe comunque stata sospinta dentro. Il Praeneste reagisce e Macaluso si conquista un pericoloso calcio di punizione dal limite, Antonelli col destro costringe Duca ad alzare in corner, ora ci sono pochi tatticismi in campo e si assiste ad un match movimentato. Per il Valmontone ancora una chance su schema da palla inattiva e infine un tiro di A.Moroni che attraversa tutto lo specchio. Per gli ospiti il più vicino alla segnatura è Cilia che arriva con un attimo di ritardo su un fendente dalla destra e col piede sfiora appena davanti Duca. Il finale è agevolato dalla espulsione di Colaiori per proteste, pur subendo l’ultimo moto d’orgoglio dei giallorossi il Praeneste tiene piuttosto bene i ritmi e trova lo specchio da fuori con Ammassari ma Duca non si distrae. Nel finale ritorno sui campi per Sabelli che in cinque minuti mette due volte in ambasce gli avversari e con Veccia che a centrocampo mette in ghiaccio il risultato tenendo con coraggio e determinazione i possessi conclusivi. Praeneste sempre più saldo lassù.

Area Comunicazione Praeneste

Lascia un commento