Lega Pro, Girone A – Test ad Ardea, la Racing Roma la spunta sulla Lazio Primavera. Le Aquile Giannichedda e Pollace: “Orgogliosi di questi test, grande effetto”

ARDEA – Termina 2-1 alla ‘Pineta dei Liberti’ l’amichevole tra Racing Roma e Primavera. Un buon test per prepararsi ai rispettivi impegni di campionato. Tanta Lazio nella formazione capitolina. A partire dal tecnico Giuliano Giannichedda. Cinque anni in biancoceleste (dal 2001 al 2005) e anche una Coppa Italia vinta insieme a Simone Inzaghi. A margine della sfida, ne abbiamo approfittato per parlare proprio dell’ottimo cammino della squadra del tecnico piacentino. Prima però un commento sulla partita di allenamento, la sua Racing e la Lazio di Bonatti: “Fare gare contro squadre importanti per noi è motivo d’orgoglio: possiamo mettere in mostra i nostri ragazzi e preparare una sfida molto difficile come quella in casa dell’Alessandria. È stato un ottimo test. La Primavera la seguo: conosco i ragazzi e il mister. Stanno facendo molto bene, ho visto ragazzi interessanti e soprattutto con l’atteggiamento giusto. È l’aspetto più importante da tenere in allenamento per trasformarlo poi in energia positiva durante il campionato”.

 

Fascia da capitano, un campionato, due Coppe Italia e una Supercoppa in tre anni. Non proprio una parentesi banale quella di Gianluca Pollace con la Primavera della Lazio. Il difensore della Racing Roma ha sfidato in amichevole il suo passato. E possibilmente anche il futuro visto il contratto in essere con i biancocelesti. Al termine della gara, lo abbiamo intercettato per parlare della sua esperienza personale, della squadra di Bonatti, di mister Inzaghi e dei suoi ex compagni. “È sempre un piacere affrontare la mia ex squadra, sono tutti bravi ragazzi. È stata una bella amichevole e abbiamo anche vinto. Da laziale, dopo tutto quello che ho vinto e le partite giocate, mi fa davvero un grande effetto. Ho rivisto i magazzinieri, i dirigenti e tutto lo staff che in parte non è cambiato”, ha esordito ai nostri microfoni.

DAL PRESENTE AL FUTURO – “Il mio obiettivo è fare sempre più minutaggio possibile. A Gubbio è andata discretamente, forse potevo fare anche qualche presenza in più. Ora sono venuto qui per giocare il più possibile e dare il massimo”. E sul futuro: “Non ho sentito ancora nulla, a giugno poi mi vedrò con la società e decideremo il da farsi”.

 

Lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento