Promozione, Girone D – Sezze, un anno di transizione. Rosella: “Rimane la delusione della Coppa, ma credere nei play off non costa nulla”

Tra i giocatori più in forma del momento in casa del Calcio Sezze spicca senza ombra di dubbio Marco Rosella, classe 1993, che domenica scorsa ha deliziato il pubblico del “Tasciotti” con la perla del 4-0 ai danni del Theodicea, avversario che il giovane trequartista rossoblu deve particolarmente gradire, considerato che anche all’andata mise la sua firma nel tabellino del match. Ma rispetto ad un girone fa, con il Sezze in difficoltà che nel cassinate rimediò una pesante sconfitta, l’aria in questo momento è decisamente positiva, con una squadra che in campionato non perde dall’8 dicembre e che sta cercando una rimonta che avrebbe dell’incredibile: “Credospiega Marco Rosellache si sia maggiormente consolidato il gruppo. Ci abbiamo messo più tempo del previsto e abbiamo forse perso un treno importante, ma ci teniamo a fare bene a a chiudere il torneo nel miglior modo possibile. La matematica non ci condanna, i dieci punti con una partita da recuperare sono tanti, ma crederci non costa nulla”.

Crederci e continuare a spingere, un mantra che il Calcio Sezze dovrà mettere in pratica ad iniziare da domenica in casa del San Michele, altra compagine che ruota nella zona di classifica dei rossoblu: “Giocare bene e portare a casa punti da San Micheleammette il fantasista del Calcio Sezzesarebbe davvero un’ottima cosa, perché ci permetterebbe di mantenere il passo con le squadre a ridosso della zona playoff, considerato che ormai Anagni e Insieme Ausonia se ne sono andate. Noi dobbiamo dare il massimo, poi si potranno trarre le conclusioni. Certo – spiega Rosella – la delusione di Coppa è stata grande, ma è nostro obbligo chiudere bene il torneo, quantomeno per ripagare gli sforzi che la società fa per noi”.

Da un punto di vista personale Rosella può ritenersi decisamente soddisfatto, dopo un momento difficile che lo ha tenuto lontano dal campo per oltre un anno: “Recuperare è stata davvero dura, ci ho messo un po’ di tempo a ritrovare la forza. Ora mi sento decisamente meglio, non al massimo della condizione, ma soddisfatto per come stanno andando le cose. Sento grossa vicinanza da parte della società, dei ragazzi e del pubblico. L’anno scorso – conclude il fantasista rossoblu – non si partiva per vincere e ci siamo andati davvero vicino. In questa stagione chiaramente si partiva con altri obiettivi che non siamo riusciti a centrare. Quindi è diventato un anno di transizione, ma il prossimo anno dovremmo partire con un altro approccio e far vedere a tutti quello che siamo in grado di fare”.

Ufficio Stampa Sezze

Lascia un commento