Eccellenza, Girone B – Roccasecca, 3 punti d’oro contro il Colleferro. Ma quel campo…

Roccasecca – Colleferro 1-0
40’ Pescosolido
ASD. Roccasecca – Teoli, Zonfrilli G., Pescosolido, Cataldi, Protano, Laezza, Anella, Zonfrilli M., Di Roberto, Caligiuri (82’ Caprarola), Grossi (89’ Romanelli).
All. Adinolfi
A disp.. Faticanti, Viola, Protano M., Lombardi, Cozbaru.
Colleferro: Saccucci, Scala, Galeazzi, Costantini (68’ Lurenti), Marini, Rossi, Massimiani (14’ Molle), Amici, Compagnone (56’ Salvagni), Binaco, Proietti.
All. Cangiano.
A disp.Cappelletto, De Cesaris, Cerbara, Denni
AMMONITI: Laezza e Teoli ( Roccasecca), Marini, Salvagni e Binaco (Colleferro); espulso al 8’ del primo tempo Rossi del Colleferro per fallo da ultimo uomo.

Il Roccasecca conquista tre punti fondamentali, battendo di misura il Colleferro, in dieci uomini per tutta la gara, a seguito dell’espulsione di Marco Rossi. I Ciociari grazie alla rete di Pescosolido, arrivata in chiusura di primo tempo, si portano ora a +9 sulla zona play – out. Tutto da rifare invece per il Colleferro, che perde la gara ed il secondo posto, occupato ora dall’Audace.
Partenza razzo dei rossoneri, che si riversano fin da subito nell’area di rigore del Roccasecca e la prima occasione ospite arriva dopo appena quaranta secondi con Amici, abile ad anticipare un disimpegno sbagliato di Laezza, ma meno a battere a rete. Il pallone termina larghissimo sul fondo. La squadra di Cangiano sembra avere in mano il pallino del gioco, fino all’imbucata di Di Roberto, che scappa alla marcatura della retroguardia Colleferrina, con Rossi costretto alle cattive per fermarlo. Punizione dal limite e conseguente espulsione per l’ex Palestrina. Colleferro in 10 uomini dopo appena 8 minuti. La battuta di Caligiuri termina di un soffio alla sinistra di Saccucci. L’Inerzia della gara cambia, il Colleferro gioca di rimessa, il Roccasecca si riversa in avanti alla ricerca del vantaggio. L’occasione più ghiotta però è per i rossoneri, che sfruttano la punizione di Binaco respinta da Teoli. Biancoazzurri che rispondono qualche minuto più tardi con il solito Di Roberto, che svetta più in alto di tutti. Monumentale l’intervento di Saccucci, che a mano aperta manda in angolo. Il gol, tutto sommato meritato del Roccasecca arriva al minuto numero 40, grazie a Pescosolido che in corsa sul secondo palo deve solo spingerla in rete.
La ripresa inizia in maniera spezzettata, il Colleferro prova ad imbastire azioni degne di nota, ma un po’ l’imprecisione ed un campo non proprio all’altezza non permette ai ragazzi di Cangiano di trovare la via del gol. I padroni di casa, gestiscono al meglio il pallone e vanno vicini al raddoppio con il calcio di punizione di Caligiuri che sfiora la traversa. Nel finale il Colleferro ci prova con Salvagni, entrato nella ripresa al posto di Compagnone e Proietti, ma a poco serve. Alla fine è il Roccasecca a far festa per tre punti davvero pesanti. Applausi comunque ad un Colleferro, che in inferiorità numerica per oltre 80’, ha tenuto viva la gara fino alla fine. Per i rossoneri occasione di riscatto domenica prossima al ‘Caslini’ contro l’Itri.
CAPITOLO CAMPO – Dispiace nel 2017 dover parlare ancora di questi aspetti, seppur trattandosi di calcio dilettantistico, un piccolo appunto  alle condizioni del terreno di gioco del ‘Lino Battista’ di Roccasecca va fatto. Quantomeno per rispetto di quelle società che possono contare, grazie ai tanti sforzi economici e non solo, su strutture adibite al calcio. Attenzione, non puntiamo il dito contro la società Roccasecca, che proprio la scorsa settimana, come testimoniato da un video sul profilo facebook del club, ha provveduto a rendere ‘più’ dignitoso il terreno di gioco e da quanto ci è stato riferito, senza alcun supporto dell’Amministrazione Comunale. Il nostro monito va a chi dovrebbe vigilare, a chi gestisce il calcio dilettantistico laziale. Sarebbe più giusto e coerente non sprecare le risorse e venire incontro alle esigenze dei club, contribuendo, seppur in minima parte a far si che campi come quello di Roccasecca non si vedano più.

Lascia un commento