Eccellenza, Girone A – Vigor Acquapendente, patron Ragni chiarisce la situazione: “Qualcuno sta facendo confusione… Il momento è delicato, ma i giovani onoreranno la maglia”

Tra chiacchiere e pubblicazioni con una verità (dimissioni Mister Enrico Broccatelli) e tante critiche supposizioni che creano solo ed unicamente confusione si dipana il delicato Venerdì della Polisportiva Vigor Acquapendente. Spetta al Presidente Fabio Ragni nel pomeriggio riportare l’equilibrio giusto. “Qualcuno stà attizzando il fuoco della confusione”, sottolinea, “ma nel nostro Dna c’è calma, tranquillità e riflessione”. Sul dimissionario Mister, il Presidente idee chiare. “Non possiamo che ringraziarlo per il lavoro che ha fatto. Ha incontrato come noi molte difficoltà ma profuso enorme impegno in tutto ciò che fatto. Un grosso in bocca al lupo per il futuro”. Non si é ad un passo dal burrone, come qualcuno sottolinea. “Il momento è delicato”, sottolinea, “ma non è il momento di coniare aggettivi tragici. Vogliamo con tutta la nostra forza che questa gloriosa Società resti ben viva e vegeta. Le situazioni extracalcistiche che stà affrontando da Ottobre a questa parte il nostro partner imprenditoriale principe ci hanno onestamente creato più di un pensiero. Ma lo staff è granitico nel trovare soluzioni, Ed il burrone che qualcuno intende aleggiare è solo una fantomatica invenzione”. Così come è del tutto da rigettare una eventuale minaccia di sciopero. “Con i giocatori abbiamo già fatto un discorso molto chiaro”, analizza in maniera approfondita il Presidente. “In questo momenti di difficoltà chiediamo a loro un ulteriore sacrificio. Di pensare più alla maglia che al proprio portafoglio. Proprio in questi giorni il discorso aperto avrà un giro di vite fondamentale. In vista della importante trasferta di Boreale, ci sentiamo ogni giorno con i ragazzi. Ascoltiamo le loro perplessità, i loro problemi. E noi gli spieghiamo i nostri. Ci sarà sicuramente una cosiddetta “terra di mezzo” in cui arriveremo ad un punto in comune per arrivare fino a Giugno. Ma siamo fermi. Coloro che hanno difficoltà a dialogare su ogni posizione a 360 gradi potranno abbandonare il nostro progetto. Un progetto di cui fanno parte anche gli splendidi giovani della Categoria Under 19 che stanno crescendo Domenica dopo Domenica e che rappresentano il nostro futuro”.

Ed infine, il rapporto con il Comune di Acquapendente del Sindaco Dottor Angelo Ghinassi non è pessimo come qualcuno insinua. “Non fa parte del nostro vocabolario la parola voltafaccia”, sottolinea Ragni. “Da qualche mese abbiamo iniziato un dialogo fruttuoso con la nuova Giunta. Nel dialogare si evidenziano talvolta posizioni divergenti visto che le questioni in campo sono tante. Ma entrambe abbiamo come obiettivo il bene della Società. Ci vorrà del tempo, ancora molti incontri. Ma sicuramente la volontà di trovare posizioni comuni è più che evidente”.

Ufficio Stampa Vigor Acquapendente

.

Lascia un commento