Serie D, Girone G – È il gran giorno di L’Aquila-Rieti. Le ultime dal ‘Gran Sasso’

L’Aquila-Rieti, diciannove anni dopo. Al Gran Sasso Italo Acconcia, si rinnova una sfida che mancava in terra abruzzese da quasi un ventennio: l’ultima volta fu il 1 febbraio del ’98 e in quell’occasione le due squadre chiusero sullo zero a zero, una gara che, oggi come allora, metteva in palio punti preziosi per il vertice. Oggi alle 14,30 il fischio d’inizio dinanzi ad una platea importante: in tribuna, oltre al neo presidente della Lnd Sibilia, anche il presidente federale Tavecchio e tanti altri rappresentanti di spicco del calcio nazionale.

Nel quartier generale amarantoceleste ieri allenamento pomeridiano al “Ciccaglioni” sotto gli occhi del presidente Curci e del dg Di Santo, una sgambatura utile più che altro per allentare la tensione e mettere a punto gli ultimi dettagli tattici. Qualche calcio piazzato, una serie di schemi da oliare e poi tutti sotto la doccia per cominciare a metabolizzare la sfida odierna. Venti convocati, tra cui due elementi della juniores, per compensare le assenze per squalifica di Valeri e Dalmazzi, quella di Preti per infortunio e quella di Cericola che sta mettendo benzina nelle gambe in attesa di tornare in campo per la sua seconda esperienza con la maglia del Rieti. Una partita importante, ma non fondamentale: almeno per il Rieti che essendo ad un punto dal duo di testa Monterosi-Arzachena, può approcciare al match con un pizzico in meno di tensione rispetto ai dirimpettai abruzzesi che denunciano già 6 punti di ritardo dalla vetta, 5 dal Rieti e dopo aver incontrato gli amarantoceleste dovranno fare i conti proprio con i sardi di Arzachena a conclusione di un impegnativo trittico di partire nel breve volgere di otto giorni.

Sul fronte tifo, il Rieti potrà contare qualcosa come duecento supporters in trasferta; cento hanno già detto di esserci, acquistando i biglietti in prevendita allo Scopigno; altri arriveranno a L’Aquila e compreranno il biglietto direttamente allo stadio Gran Sasso. Molti dei 200 tifosi da Rieti, utilizzeranno il treno per la trasferta e per stare tutti insieme: partenza domani mercoledì a mezzogiorno, con ritrovo alle 11 a Porta D’Arce.

Corrieredirieti.corr.it

Lascia un commento