Lega Pro, Girone C – Unic. Fondi, incrocio con il fanalino Catanzaro. Il grande ex Squillace presenta il match

La partita con il Catanzaro non è mai una sfida come tutte le altre, e visto il blasone e la tradizione del club giallorosso non potrebbe essere altrimenti. Ma non potrà essere una gara qualunque soprattutto per Tommaso Squillace, l’esterno difensivo dell’UnicusanoFondi e calabrese doc, che nelle file dei catanzaresi ha trascorso ben cinque anni della sua carriera.

Emozione. «È una sfida particolare, di certo non potrebbe non esserlo – ammette sereno il calciatore del club dell’Università Niccolò Cusano ai microfoni di Radio Cusano Campus (89.1 in Fm a Roma e nel Lazio, in streaming su www.radiocusanocampus.it) – Quando indossi per così tanto tempo la stessa maglia qualcosa ti rimane dentro, e quando ti trovi dall’altra parte provi inevitabilmente sensazioni diverse. Importante sarà da parte mia mettere subito via le emozioni che queste sfide portano e pensare subito alla mia squadra e a quello che ci sarà da fare per esprimerci al meglio»

Sorpresa. Il 27enne fluidificante dell’UnicusanoFondi non si aspettava di ritrovare il Catanzaro in fondo al gruppo: «È stato cambiato molto nell’organico, quest’anno ci sono già stati tanti allenatori, e queste sono cose che inevitabilmente comportano delle difficoltà, ma sinceramente non credevo che potessero arrivare alla fine del girone d’andata in ultima posizione. Questo fa capire che contro di noi dovranno giocoforza cercare i tre punti».

Approccio. Sotto questo profilo, Squillace lascia già intendere quale sarà il tipo di partita che si potrà vedere tra il Catanzaro e l’UnicusanoFondi: «Loro cercheranno di essere subito aggressivi e di puntare al miglior risultato anche dietro la spinta dei tifosi che sanno essere importanti e calorosi. Noi dovremo esserbravi a ribattere sin da subito e a cogliere magari qualche difficoltà che si potrebbe venire a creare».

Continuità. Nella sfida di Catanzaro lo stesso giocatore dell’UnicusanoFondi vede l’occasione per continuare un cammino sin qui pienamente positivo per il club dell’Università Niccolò Cusano: «Forse la sconfitta con l’Andria non era preventivata, ma ci siamo subito ripresi vincendo a Foggia e anche con il Francavilla avremmo meritato di vincere perché le occasioni non ci sono certo mancate. Ma nel complesso stiamo procedendo in maniera davvero importante, e il posto che ci siamo ritagliati in graduatoria, nel bel mezzo dei play off, rispecchia i valori che abbiamo saputo esprimere. Ma ovviamente non ci dobbiamo fermare, perché in un campionato complicato e anomalo come questo le sorprese non mancano mai».

Il programma. La squadra di Sandro Pochesci sta completando il suo percorso di avvicinamento al match con i giallorossi. Quest’oggi il tecnico farà svolgere una seduta di allenamento pomeridiana, mentre domani mattina ci sarà la classica rifinitura che precederà la partenza per la Calabria.

Corrieredellosport.it

Lascia un commento