Prima & Seconda Categoria – Le decisioni del Giudice Sportivo

CAMPIONATO Prima categoria
GARE DEL 13/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
TUSCANIA CALCIO – VIRTUS PILASTRO
Si dà atto che la Società TUSCANIA CALCIO non ha dato seguito al preannuncio telegrafico di reclamo in
merito alla gara in epigrafe terminata con il seguente punteggio:
La tassa va addebitata.

CAMPIONATO Seconda categoria
GARE DEL 27/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
ATLETICO CANNETO – RUFINESE CALCIO
Preso atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per assenza della società RUFINESE CALCIO.
Rilevato che la stessa non ha fatto pervenire alcuna giustificazione in merito, e pertanto, ai sensi di quanto
disposto nel C.U. n. 1 del 04.07.2015 deve ritenersi rinunciataria a tutti gli effetti;
Visto l’art. 17 comma 1 del CGS e l’art. 53 comma 2 e 7 delle NOIF
DECIDE
a) di infliggere alla società RUFINESE CALCIO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio
di 0 – 3 nonchè la penalizzazione di un punto in classifica;
b) di comminare alla stessa l’ammenda di euro 150,00 (1º rinuncia).

LINK CAMPUS UNIVERSITY – MONTE MARIO
Preso atto che la gara in epigrafe non è stata iniziata per numero insufficiente di calciatori della società LINK
CAMPUS UNIVERSITY, ai sensi di quanto disposto nel C.U. n. 1 del 4.07.2016 deve ritenersi rinunciataria a
tutti gli effetti;
rilevato che con nota del 29.11.2016 la Società LINK CAMPUS UNIVERSITY ha comunicato il proprio ritiro
dal campionato di competenza.
Visto l’art. 17 comma 1 e l’art. 53 delle NOIF commi 3 e 8
DECIDE
a) di infliggere alla società LINK CAMPUS UNIVERSITY la punizione sportiva della perdita della gara con il
punteggio di 0 – 3
b) di considerare la Società LINK CAMPUS UNIVERSITY esclusa dal campionato di competenza
c) di comminare alla stessa l’ammenda prevista per il ritiro dal campionato, fissata in euro 1.500,00 euro.
Tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore per la classifica che viene formulata senza tenere
conto dei risultati delle gare della società rinunciataria.
Le società che avrebbero dovuto incontrare la squadra rinunciataria, come da calendario, osserveranno un
turno di riposo.

REAL VICOVARO – LEONINA SPORT A.S.D.
Esaminati gli atti ufficiali relativi alla gara di cui in epigrafe
RILEVA
– al 37 del primo tempo l’arbitro per fallo ammoniva il calciatore TOURDAY Balolo (REAL VICOVARO)
– l’ufficio tesseramento presso il Comitato Regionale Lazio, su richiesta di questo Giudice Sportivo,
segnalava che il suddetto calciatore non risulta essere tesserato per la società REAL VICOVARO
– considerato che l’art. 29 comma 4 lettera A) del CGS, questo organo giudicante instaura d’ufficio il
procedimento, e per effetto dell’art. 17 comma 5 lettera A)
DELIBERA
a) di infliggere alla società REAL VICOVARO la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di
0 – 3; nonchè l’ammenda di euro 100,00;
b) di inibire il dirigente responsabile VITELLI Giovanni (REAL VICOVARO) fino al 16.12.2016.

CAMPIONATO Regionale Juniores
GARE DEL 26/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
PREANNUNCIO DI RECLAMO
VIS ARTENA – FORTITUDO CALCIO ROMA FC
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società ASD VIS ARTENA si soprassiede ad ogni
decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico
di tesserati per quanto in atti.

CAMPIONATO REGIONALE JUNIORES B
GARE DEL 26/11/2016

PREANNUNCIO DI RECLAMO
UNIPOMEZIA 1938 – ATLETICO LARIANO 1963
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società A.S.D. ATLETICO LARIANO 1963 si
soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti
disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

CAMPIONATO JUNIORES SPERIMENT. PRIMAVERA
GARE DEL 26/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
ACES CASAL BARRIERA – PIANOSCARANO 1949
Visto il rapporto arbitrale nel quale si evidenzia che al 27′ del secondo tempo, la società PIANOSCARANO
1949, a seguito di espulsioni, i cui provvedimenti sono riportati in altre parti del presente Comunicato
Ufficiale, rimaneva in campo con un numero di calciatori inferiore al minimo stabilito nel comma 2 dell’art. 73
delle NOIF, e pertanto, l’arbitro sospendeva l’incontro sul risultato di 1 – 0 a favore della squadra ACES
CASAL BARRIERA;
Osservato che l’irregolare conclusione della gara deve essere ascritta a carico della società
PIANOSCARANO 1949;
Visto l’art. 17 comma 1 del CGS e 53 comma 2 delle NOIF
DECIDE
a) di infliggere alla società PIANOSCARANO 1949 la punizione sportiva della perdita della gara con il
punteggio di 0 – 3.

CAMPIONATO Regionale Allievi
GARE DEL 27/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
PREANNUNCIO DI RECLAMO
ATLETICO LADISPOLI ARL – SPORTING TANAS CALCI
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società SSD ATLETICO LADISPOLI ARL si
soprassiede ad ogni decisione in merito. Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti
disciplinari assunti a carico di tesserati per quanto in atti.

TORNEO ALLIEVI REGIONALI FASCIA B
GARE DEL 5/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
VIRTUS NETTUNO – AGORA FC
Sciogliendo la riserva di cui al C.U. nº 76 del 10/11/2016. Esaminato il reclamo fatto pervenire a seguito di
tempestivo preannuncio dalla Società AGORA e con il quale si deduce che la gara di cui in epigrafe non
avrebbe avuto regolare svolgimento in quanto alla stessa avrebbe preso parte il calciatore MASTRONE
Antonio con il numero di maglia nº 17 che avrebbe sostituito il nº 3. VELLITRI Piermarco.
La reclamante, osserva, il calciatore nº 17 non risulta inserito in distinta e pertanto non aveva titolo a
parteciparvi in quanto non identificata dall’arbitro.
Per l’effetto chiede l’applicazione dell’art. 17 comma 5 del CGS.
Il reclamo è infondato.
Infatti, dagli atti ufficiali relativi alla gara in oggetto, come nota fonte primaria di prova ex art. 35 CGS si rileva
che la distinta della Società VIRTUS NETTUNO riporta con il nº 17 il calciatore MASTRONE Antonio nato il
17/11/2011.
Il citato calciatore, precedentemente era stato inserito in distinta con il nº 10 e successivamente con la
maglia nº 17.
PQM
DELIBERA
– di respingere il reclamo proposto dalla Società AGORA
– di convalidare il risultato della gara conclusasi con il seguente punteggio: VIRTUS NETTUNO – AGORA 2 –
0.
La tassa reclamo va addebitata.

GARE DEL 12/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
ATLETICO VESCOVIO – MONTEFIASCONE
Si dà atto che la Società ATLETICO VESCOVIO non ha dato seguito al preannuncio telegrafico di reclamo
in merito alla gara in epigrafe terminata con il seguente punteggio: ATLETICO VESCOVIO –
MONTEFIASCONE 2 – 2.

CAMPIONATO Regionale Giovanissimi
GARE DEL 27/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
ATLETICO VESCOVIO – CSS TIVOLI S.S.D. A R.L.
Si da atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per impraticabilità del campo di gioco. Gli atti relativi
vengono rimessi al Comitato Regionale per i conseguenti adempimenti di competenza.
La tassa reclamo va addebitata.

CAMPIONATO C5 MASC SERIE “C2”
GARE DEL 8/10/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
VIRTUS OSTIA C5 – EUR MASSIMO
Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 37 del 12.10.2016
Esaminato il reclamo fatto pervenire a seguito di tempestivo preannuncio dalla società VIRTUS OSTIA C5 e
con il quale si deduce chela gara di cui in epigrafe non avrebbe avuto regolare svolgimento in quanto alla
stessa avrebbero preso parte senza averne titolo i calciatori CIMA Cristiano – GENTILE Valerio e GALVEZ
STERLING Kevin Steve poiché non tesserati per la società EUR MASSIMO.
Per l’effetto chiede la vittoria a tavolino.
Il reclamo è infondato.
Infatti, su richiesta di questo Organo Giudicante l’ufficio tesseramento presso il Comitato Regionale Lazio
conferma che i calciatori CIMA Cristiano matricola 4251834 – GALVEZ STERLING Kevin Steve matricola
2311552 e GENTILE Valerio matricola 3852553 sono regolarmente tesserati per la società EUR MASSIMO
PQM
DELIBERA
– di respingere il reclamo proposto dalla società VIRTUS OSTIA C5
– di convalidare il risultato della gara conclusosi con il seguente punteggio:
VIRTUS OSTIA C5 – EUR MASSIMO 0 – 4.
La tassa reclamo va addebitata.

GARE DEL 22/10/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
SAN GIUSTINO – ROMA FUTSAL 5
Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n. 55 del 26.10.2016 Preso atto del reclamo proposto dalla società ROMA
FUTSAL 5 Rilevato che la reclamante, ai sensi dell’art. 33 comma 5 del CGS doveva inviare i motivi del ricorso
contestualmente alla controparte Rilevato che la società ROMA FUTSAL 5 non ha compiuto tale formalità e
che detta omissione costituisce motivo di inammissibilità.
Preso atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per assenza della società ROMA FUTSAL 5 ai sensi di
quanto disposto nel C.U. n. 1 del 04.07.2016 deve ritenersi rinunciataria a tutti gli effetti
Visto l’art. 17 comma 1 33 e 38 del CGS nonché l’art. 53 commi 2 e 7 delle NOIF
DELIBERA
– di dichiarare inammissibile il reclamo proposto dalla società ROMA FUTSAL 5
– di infliggere alla società ROMA FUTSAL 5 la punizione sportiva c) di comminare alla stessa l’ammenda di
euro 150,00 (1ª rinuncia).

CP FROSINONE

CAMPIONATO JUNIORES UNDER 18 FROSINONE
GARE DEL 12/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Gara: CITTA’ DI ANAGNI – VIS SGURGOLA CALCIO
La società ASD CITTA’ di ANAGNI ha proposto reclamo avverso la regolarità della gara in epigrafe, lamentando che, nel corso della stessa, la società ASD VIS SGURGOLA avrebbe impiegato n. 5 giocatori “fuori quota”, e così in violazione di quanto disposto nel Comunicato Ufficiale LND n.1 del 11.07.2016 che, nel prevedere la partecipazione al Campionato Provinciale Juniores Under 18 di calciatori nati dal 1º Gennaio 1998 in poi, consente l’impiego di solo 4 giocatori “fuori quota” (nati dal 1 Gennaio 1996 in poi).
Rilevato che: dagli atti ufficiali, risulta che effettivamente la società ASD VIS SGURGOLA ha impiegato nella gara n. 5 giocatori “fuori quota” – Ciaschi Luca (nato il 16.09.97), Corsi Mattia (nato il 09.07.1997), Baldassarre Massimo (nato il 16.01.1996), Calvani Luca (nato il 04.12.1997) e Colicchia Matteo (nato il 24.07.1997) – e ha dunque violato la disposizione di cui al Comunicato Ufficiale LND n.1 del 11.07.2016; l’impiego di calciatori “fuori quota” in numero superiore a quello stabilito nelle norme di lega, comporta, ai sensi dell’art.17 comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva, la punizione sportiva della perdita della gara.
Tanto premesso, visto l’art.17 comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva;
SI DECIDE
– di infliggere alla società ASD VIS SGURGOLA la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-3;
– di infliggere alla società ASD VIS SGURGOLA l’ammenda di Euro 50,00;
– di inibire il dirigente accompagnatore GABRIELLI Ezio (ASD VIS SGURGOLA) a svolgere ogni attività in seno alla FIGC fino al 09.12.2016.
La tassa di reclamo va restituita.

TORNEO GIOVANISSIMI FASCIA B FROSINONE
GARE DEL 26/11/2016
Gara: MADONNA DELLA NEVE – NUOVA AURORA
Si da atto che la gara in epigrafe non è stata disputata per impraticabilità del campo di gioco.
Gli atti relativi vengono pertanto rimessi alla Delegazione Provinciale di Frosinone per i conseguenti adempimenti di competenza.
CP ROMA

TERZA CATEGORIA ROMA
GARE DEL 26/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
SPORTING TANAS CALCIO – ATLETICO ENEA POMEZIA
Visti gli atti ufficiali, rilevato che la gara in epigrafe non è stata disputata per mancata presentazione della
Società ATLETICO ENEA POMEZIA
– osservato che la Società predetta non ha preannunciato nè fatto pervenire giustificazioni in merito, per cui
si è da considerarsi rinunciataria a tutti gli effetti;
Visto l’art. 53 delle NOIF
SI DECIDE
a) di infliggere alla Società ATLETICO ENEA POMEZIA la punizione sportiva della perdita della gara con il
punteggio di 0-3 nonchè la penalizzazione di un punto in classifica;
b) di comminare alla stessa l’ammenda di Euro 150,00 (1 rinuncia)

JUNIORES PROVINCIALE ROMA
GARE DEL 12/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
RICORSO DELLA SOC.CRIS PER LA DECLARATORIA DI IRREGOLARITA’ DELLA
GARA PRIMA PORTA SAXA RUBRA – CRIS DEL 12.11.2016, VALEVOLE PER IL
CAMPIONATO JUNIORES PROVINCIALI.
Il Giudice Sportivo di Primo Grado,
letto il ricorso in epigrafe,
esaminati gli atti ufficiali,
a scioglimento della riserva assunta nel C.U. n. 23 del 17.11.2016 (pag. 9 );
decide quanto segue.
La Soc. CRIS ha proposto reclamo avanti a questo Organo Giudicante deducendo che
nella gara in epigrafe la Soc. PRIMA PORTA SAXA RUBRA non ha rispettato le
limitazioni regolamentari circa l’impiego massimo di Calciatori fuori quota e chiedendo,
pertanto, l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 17 comma 5 C.G.S.
Il reclamo non è fondato.
Preliminarmente occorre osservare che l’art 17 del C.G.S al comma 5) lett. C) stabilisce
che “ la posizione irregolare dei calciatori di riserva, in violazione delle disposizioni
contenute nelle NOIF, determina l’applicazione della sanzione della perdita della gara nel
solo caso in cui gli stessi vengano effettivamente utilizzati nella gara…. omissis” .
Il Comunicato Ufficiale n. 1 del 7/7/2016 della Delegazione Provinciale di Roma,,
prescrive espressamente che con riferimento al Campionato Juniores Provinciali, riservato
ai calciatori nati dal 1/1/1998 in “è consentito l’impiego di massimo quattro calciatori “fuori
quota” nati dal 1996 in poi … L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la
sanzione della perdita della gara prevista dall’art. 17 comma 5 del Codice di Giustizia
Sportiva”
Orbene, dalla distinta gara risulta che nella gara oggetto del presente reclamo la Società
PRIMA PORTA SAXA RUBRA è scesa in campo schierando, sin dall’inizio, come titolari “
fuori quota” i calciatori PEREZ Federico (n. 1) nato il 3.7.1997, AMBRIT Daniel (n.4) nato il
16.12.1997 e GOMES Erikson (n. 5) nato il 8.8.1997. Nel corso dell’incontro veniva
sostituito il calciatore MARSELLA Lorenzo classe 1998 con GIACCHI Gabriele nato il
24.11.197 portando a quattro il numero dei calciatori “fuori quota” utilizzati giacchè l’altro “
fuori quota” inserito in lista ORIENT kevin nato il 20.12.1997 non prendeva parte attiva alla
gara rimanendo in posizione di riserva per tutta la sua durata.
Da quanto esposto ne consegue, pertanto che la Società PRIMA PORTA SAXA RUBRA
non ha ecceduto i limiti posti al riguardo dal regolamento di cui al C.U. n.1 del 7.7.2016.
PQM
Il Giudice Sportivo di Primo Grado
– Respinge il reclamo della Soc. CRIS e per l’effetto conferma il risultato della gara PRIMA
PORTA SAXA RUBRA – CRIS valevole per il Campionato Juniores Provinciali terminata
con il punteggio di 3-2-
– Dispone l’incamerarsi della tassa reclamo ai sensi dell’art 33 comma 13 del CGS:

GARE DEL 27/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
NUOVA AURELIANA – TOLFA CALCIO
Preso atto del preannuncio di reclamo da parte della Società NUOVA AURELIANA avverso l’esito della gara
in epigrafe, si soprassiede ad ogni decisione in merito.
Nel relativo paragrafo, di seguito, si riportano i provvedimenti disciplinari assunti a carico di tesserati per
quanto in atti.
CALCIO A 5 SERIE D ROMA
GARE DEL 25/11/2016
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
FUTSAL SETTECAMINI – ACADEMY ZAGAROLO CA5
L’arbitro della gara in epigrafe riferisce, in sede di refertazione, di aver commesso alcuni errori confondendo i
provvedimenti di ammonizioni ed espulsioni a carico di calciatori della Società ATLETICO ZAGAROLO CA5.
In particolare al 12 del II tempo comminava un provvedimento di ammonizione al calciatore CALCATELLI
DAMIANO segnando erroneamente, nel proprio taccuino, il nominativo del calciatore BARICELLI SIMONE.
Successivamente al 18 del II tempo il calciatore BARICELLI SIMOME veniva effettivamente ammonito e
quindi, in conseguenza dell’errore di cui sopra, espulso per somma di ammonizioni.
Ancora, al 25 del II tempo veniva nuovamente ammonito il calciatore CALCATELLI DAMIANO che invece
veniva tenuto in campo considerando il provvedimento, sempre in conseguenza dell’errore commesso, come
prima ammonizione.
Letto quanto sopra negli atti di gara, in considerazione del palese errore tecnico commesso dall’arbitro,
questo Organo Giudicante avvalendosi della discrezionalità concessagli dall’art. 17 del C.G.S.
DECIDE
a) di annullare la gara FUTSAL SETTECAMINI – ACADEMY ZAGAROLO CA5 del 25.11.2016 ordinandone
la ripetizione.
b) di considerare ammonito e non espulso il calciatore BARICELLI SIMONE della società ATLETICO
ZAGAROLO CA5.
Si da mandato alla Delegazione Provinciale di Roma per gli adempimenti di competenza.
Restano fermi i restanti provvedimenti per quanto in atti.

Lascia un commento