ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone F – Praeneste gelato ancora, Vitrano: “Serve più carattere. Mercato? Sto bene qui!”

Non riesce proprio a far quadrare il cerchio il Praeneste. Il cammino verso posizioni nobili di classifica è sempre più difficoltoso, anche se non del tutto compromesso. La sconfitta patita contro lo Scalambra Serrone ha denotato i soliti problemi che affliggono l’undici di Lunardini. Ad intervenire, sulle pagine di Lazioingol.it, è Cristian Vitrano. L’ex Casilina e Vis Cave, spostato ormai da parecchio dal mister al centro della difesa, dopo anni ed anni sull’out destro, ha chiarito in esclusiva diversi punti caldi.
Altra trasferta amara, cosa non ha funzionato in casa della nuova capolista? “Domenica non avevamo iniziato male, abbiamo avuto subito un’occasione clamorosa per passare in vantaggio, ma poi dopo il gol subìto si sono riproposti tutti i nostri problemi di inizio stagione. Colgo l’occasione per fare i complimenti allo Scalambra Serrone, squadra ordinata e ben messa in campo. Ma noi dobbiamo fare e dare di più, già dal prossimo appuntamento”.
 
 Dopo l’ottimo anno da neopromossa, forse era lecito aspettarsi una riconferma dal Praeneste, che al momento non c’è stata. Quali sono secondo te i motivi di questo andamento poco rassicurante? “Quest’anno siamo migliorati tecnicamente, ma abbiamo perso qualcosa a livello caratteriale ed in questa categoria se non ci metti cattiveria, si rischia di far fatica con tutti”.
 
 Con che umore vi approcciate alla prossima gara interna, d’importanza capitale, contro l’Atletico Monteporzio? “La prossima gara contro l’Atletico Monteporzio sarà decisiva. Non possiamo permetterci di perdere altri punti. È normale che il morale non sia altissimo, ma bisogna uscire al più presto da questa situazione. Come fare? Dobbiamo tornare ad essere una squadra unita e affamata di vittorie”.

 
 Tra una decina di giorni apre il mercato. Pensi che questa rosa sarà puntellata o magari ci saranno delle partenze? Hai ricevuto qualche proposta interessante? “Per quanto riguarda il mercato, credo che qualcosa vada fatta in entrata perchè – tra infortuni ed altri problemi – numericamente siamo contati. Al momento non credo ci siano partenze. Personalmente qualche proposta è arrivata, ma sto bene qui. Ora testa rivolta solo al Praeneste, per uscire il prima possibile da questo momentaccio!”.

Lascia un commento