UN’OPINIONE AL GIORNO – La Promozione vista da Valerio Caprino: “Che fascino il girone A! Favorite? Vi dico le mie…”

Domenica largo all’11esima giornata di campionato. Entra nel vivo la stagione, di match alle spalle ce ne sono abbastanza per tracciare una prima linea e dare alcuni giudizi parziali. La redazione di Lazioingol.it si è interfacciata a tal proposito con il collaboratore e giornalista del portale SerieDMagazine.it, per molti anni presente nella trasmissione Sportinoro, Valerio Caprino.

Nella prima puntata, spazio in esclusiva alla Promozione.

Partiamo dalla Promozione. Montespaccato e Play Eur. Casal Barriera – e potenzialmente il Cantalice -. Team Nuova Florida con la Cavese all’inseguimento e nel girone D stessa situazione, con l’Insieme Ausonia che bracca Anagni. Dopo 10 giornate si può tracciare un primo bilancio, seppur non esaustivo. Alla vigilia dell’inizio del torneo, ti saresti aspettato questo quadro?

GIRONE A – Non mi aspettavo che il Montespaccato potesse partire così forte, vista la delusione relativa alla scorsa stagione. Pensavo potessero subire qualche contraccolpo psicologico, invece hanno iniziato anche meglio di un anno fa, forti di una difesa impenetrabile. In trasferta non hanno sbagliato un colpo, con i fratelli Di Giovanni grandi protagonisti, oltre al mister. La Play Eur è una neopromossa, ma ha tanti giocatori di categoria superiore, quindi era lecito attendersela davanti in classifica. penso che alla fine anche la Pol. Monti Cimini rientrerà nella lotta per il primo posto. Mi aspettavo qualcosina in più dal Ronciglione, deludente e attardato a mio avviso”.

GIRONE B – “Sarà un arrivo al fotofinish tra tre squadre, secondo me tutte sullo steso livello. Sto parlando di Casal Barriera, Poli e Villalba. Da tenere d’occhio il Grifone Gialloverde, che entro Natale potrebbe anche recuperare i punti di distacco finora accumulati. È un raggruppamento senza una vera schiacciasassi, molto equilibrato, con le tre squadre che ti ho appena citato pronte a battagliare fino alla fine. Nessuna di queste riuscirà a mio avviso a prevalere con largo anticipo, si deciderà tutto nel finale di torneo”.
GIRONE C – “Ci sono almeno 6 squadre in grado di lottare per il vertice. Non solo Nuova Florida e Cavese,che comunque insieme al La Rustica sono sicuramente le compagini meglio attrezzate. Senza dubbio monitorerei il Sermoneta e buone squadre come Semprevisa e Pro Roma. La Nuova Florida al momento è quella che sta impressionando di più, non soltanto perché è in vetta, ma più che altro perché ha cambiato poco rispetto all’ottima stagione scorsa e si sta confermando. La Cavese è una squadra che ha tutte le carte in regola – visto l’organico che ha – per vincere il campionato, oltre ché un gradito ritorno al calcio di un certo blasone. La stessa La Rustica ha allestito un organico di prim’ordine. Dunque, tre grandi favorite e tre possibili outsider, un gradino più in basso. Anche se un pochino dietro, aggiungerei all’ultimo anche lo Sporting Genzano, che può contare su giocatori di valore come Leccese e Filiberto Trinca”.
GIRONE D – “L’Anagni sta portando avanti il progetto iniziato un anno fa in Prima Categoria. Aveva obiettivi di vittoria e riuscì a trionfare; quest’anno è partita dai nastri con lo stesso traguardo ben fissato nella testa, basti pensare all’ingaggio del bomber Carlini. L’Anagni punta il ritorno in Eccellenza, categoria che manca da moltissimi anni. L’Insieme Ausonia ha un grosso organico, mentre il Terracina sta probabilmente pagando qualche episodio sfortunato legato alle direzioni arbitral. Conto un paio, forse 3 partite storte in questo senso. Poteva avere qualche punto in più, ma sono quasi certo che entro fine anno solare sarà rientrata nella lotta per il primo posto, circoscritta a mio avviso a queste 3 formazioni”.
Lo chiedo a te, che segui da tanto questi campionati. Senti tua l’affermazione in base alla quale si è portati a pensare che ci siano gironi più competitivi di altri, in Promozione? “Negli ultimi anni i gironi A e C sono stati quelli più competitivi, non fosse altro perché quando si va a fare la composizione degli stessi capitano spesso 4-5-6 delle squadre molto più attrezzate in ognuno di questi due. Un anno fa Montespaccato, la CPC, il Ronciglione, l’Aranova erano tutte buonissime squadre. Per quanto riguarda il raggruppamento C lo sappiamo ormai da anni. Voglio ricordare il Città di ciampino e la Serpentara, che sono poi riuscite a passare prima in Eccellenza e poi in Serie D. Questo per testimoniare la bontà di alcune società inserite nel C, che a lungo andare sono riusciti a giungere a livelli eccellenti. Probabilmente il terzo gruppo è per antonomasia quello più tosto, lo dicono un po’ tutti e negli anni ci ha fatto vedere più squadre di maggior valore: lo scorso anno c’era la Lepanto, il Cori, il Real Colosseum, il Sermoneta. Devo dire comunque che anche l’A mi affascina, con tante ottime squadre. Anzi, forse è proprio il girone A in questa stagione il più entusiasmante, coinvolgente, competitivo.
 

 

Lascia un commento