ESCLUSIVA Coppa Italia Eccellenza – Vis Artena, i gioielli di Valentino: “Sfida aperta al ritorno, la società tiene molto a questa competizione”

Novanta minuti vissuti tutti d’un fiato, quindi appuntamento rinnovato ad Artena. Lì i padroni di casa ed il Montecelio di patron Piervincenzi si giocheranno l’approdo ai quarti. La partita spettacolare del ‘Panichelli’ va in archivio. Otto gol – 5-3 per il Montecelio -, chi ha potuto assistere ai continui attacchi da una parte e dall’altra si è senza dubbio divertito. Meno i tecnici, che condividono lo stesso pensiero a fine gara.

Così il gialloblù Amici: “Partita spettacolare, tante cose buone in attacco. Dobbiamo lavorare di più sulle palle inattive, non si può soffrire così tanto ad ogni punizione laterale o corner. Andiamo in apnea”.

Ciardi, con 5 gol sul groppone, è più beffardo: “Abbiamo sofferto. Sei gol rimediati in 10 match di campionato, 5 oggi in soli 90′. È strano, qualcosa di certo non ha funzionato”.

Cesaro a parte – mostruosa la sua prestazione, una spina dolente nel mezzo della coppia artenese Pizzuti-D’Ambrosio – la copertina se l’è presa Alessandro Valentino. A tutto campo, l’anima della Vis. Il numero 10 ha spaziato in lungo ed in largo, una gioia per gli occhi. Due gioielli su punizione, tante cose buone nel corso dei 90′. Un solo errore, pagato a caro prezzo: un elastico tentato, causa della ripartenza di Cecili per il tris di Cesaro. Un’inezia, se paragonato con la mole di palloni giocati dal capitano della formazione di Ciardi, che abbiamo intervistato in esclusiva, noi di Lazioingol.it: Sinceramente una partita con tutti questi gol non me l’aspettavo. Nel primo tempo noi costruivamo gioco e azioni da gol e loro nelle poche ripartenze erano bravi e cinici a concretizzarle. Sotto di 3 gol a fine primo tempo non è stato semplice rientrare in campo, riorganizzare le idee. Siamo consapevoli della forza della nostra squadra e del nostro gruppo, questo ci ha aiutato a rientrare in partita e nel secondo tempo abbiamo cercato di riacciuffare un risultato quasi compromesso! Dico bravi ai miei nella reazione e nel segnare tre gol fuori casa, che come ben sai nella regola della Coppa Italia – con la doppia sfida – lasciano ancora una speranza per noi. Al ritorno sicuramente ci proveremo con tutte le forze per far contenta lo società, che tiene molto a questa competizione”.

In chiusura, è già tempo di rituffarsi in campionato. Il Cassino non è lontano, la Vis Artena vuol dar loro fastidio fino alla fine dei giochi: Sicuramente ci proveremo, anche se inizialmente non siamo partiti come i favoriti per il vertice. Il nostro obiettivo è quello di pensare partita dopo partita, senza pressioni di dover vincere. La società ed il direttore ci hanno chiesto una salvezza tranquilla. Sappiamo di aver una rosa importante, ma siamo anche consapevoli della forza degli avversari, del blasone di certe piazze. Secondo me ci sono almeno 4-5 squadre che sulla carta possono dar fastidio al Cassino, sicuramente  la candidata numero 1 per la vittoria finale”.

 

Lascia un commento