ESCLUSIVA Serie D, Girone H – Riscossa Città di Ciampino, Fiore: “Non abbiamo nulla da invidiare alle altre”

Bottino misero in termini di punti. Il Città di Ciampino punta a risollevare la china il prima possibile. Sarà difficile domani, contro il blasonato Potenza, ma al ‘Superga’ è necessario costruire quella salvezza tanto agognata dal club di Cececotto. Mattia Fiore, attaccante classe ’96 ex Lazio Primavera, è un nuovo arrivo in casa biancorossa. La redazione di Lazioingol.it ha voluto tracciare con lui – in esclusiva – un bilancio sulla prima parte di stagione. Dopo una stagione trascorsa in Lega Pro, in prestito dalla Biancoceleste ai siciliani dell’Akragas, Fiore ha deciso di ripartire dalla Serie D per giocarsi le proprie carte. Due reti sono già arrivate, il centravanti conta di metterne a referto altre, per la gioia di mister Santoni.
Il momento è delicato. Quali sono le sensazioni provate in settimana dopo il ko di Francavilla? “Siamo sicuramente delusi dal risultato, dopo una prestazione non tutta da buttare. Ora pensiamo alla prossima partita e a risalire la classifica”.
 
Sapevate sarebbe stata una stagione dura d’altronde. Come state preparando il difficile match di domani contro il Potenza? “Si lo sapevamo, infatti il nostro obiettivo è quello di salvarci. Per quanto concerne l’esame di domani, prepariamo tutti i match nel migliore dei modi possibili. Non abbiamo niente da invidiare a nessuno, faremo il nostro gioco”.
 
Sei nuovo di questa categoria. Com’è stato il primo impatto con la Serie D? “Ho conosciuto quest’anno per la prima volta questa categoria, visto che l’unico anno di prima squadra all’Akragas ero in Lega Pro. Devo dire che non si tratta per nulla di una categoria semplice, anzi. In campo si lotta”.
 
Sei soddisfatto della continuità che ti sta offrendo mister Santoni? “Sono molto contento delle possibilità che mister e società mi stanno offrendo. Sento la loro fiducia e la continuità è quella giusta per poter rendere al meglio. Sto dando del mio meglio per ripagarli nel migliore dei modi”.
 
A bruciapelo, se ti dico Lazio, quali emozioni vengono a galla? Come ti sei lasciato con la società biancoceleste? Dopo i tanti gol in Primavera ti aspettavi un epilogo differente? Mi vengono in mente mille emozioni e tanti ricordi bellissimi. Ho mantenuto buoni rapporti con società e vecchi compagni. Però sull’epilogo preferisco non commentare. Dico solo che ognuno fa le sue scelte, come giusto che sia”.
 
 

Lascia un commento