ESCLUSIVA Prima Categoria E – Valle Martella c’è, Raponi sorride: “Sarà una lunga salita, divertiamoci!”

Terribile matricola, il Valle Martella comincia a farsi conoscere anche in Prima Categoria. Forse sottovalutata all’inizio, ora anche la realtà gialloblù inizia ad attirare a sè i primi sguardi curiosi. La neopromossa allenata da mister D’Agostini ha le idee chiarissime. Conoscenza dei giusti interpreti, Marco Raponi non ha sbagliato il mercato. Coadiuvato dalla figura del diesse De Fusco, il dirigente responsabile della prima squadra – che si allena e gioca a Zagarolo – è intervenuto in esclusiva sulle colonne di Lazioingol.it. Tracciare il momento lucente, il Valle Martella si è affacciato ai piani alti e conta di restarci il più a lungo possibile.

 

Terza vittoria consecutiva. Stavolta a capitolare è stato quel Torre Angela che alla vigilia dell’inizio del torneo in molti davano come prima forza del girone. Sei soddisfatto della prestazione? “Sono molto soddisfatto di come é andata la gara, innanzitutto per come é stata affrontata la partita dai ragazzi. Testa, spirito e grinta giusta. E poi perché abbiamo battuto una compagine che conosciamo molto bene e che reputo una delle squadre, insieme ad altre, che ambisce a disputare un campionato di livello”.
 
Siete stati bravi a non fare drammi dopo le sconfitte iniziali e ora raccogliete i frutti del lavoro svolto. Dove potete arrivare, al primo anno di Prima Categoria? “Diciamo che non siamo abituati a drammatizzare e a piangerci addosso. Sapevamo che l’impatto con la categoria superiore avrebbe potuto riservarci qualche ‘scherzo’ e cosí é stato, ma fare tesoro dei nostri errori ricominciando dal martedi impegnandosi a testa bassa in allenamento, penso sia la miglior soluzione alle nostre cause. Dove possiamo arrivare ad oggi non lo so, posso solo dirti che vorremmo fare un buon campionato, divertirci e divertire”.
 
Domenica prossima farete visita a Cerreto, campo che è stato teatro di scene orribili, una domenica fa. Ti sei fatto un’idea di quel parapiglia? “Farsi un’idea quando succedono queste cose non é mai facile, soprattutto quando non si é presenti. Sicuramente é stata una parentesi negativa e spero che non ci ritroveremo piú a parlare di cose che non riguardino altro che un goal fantastico, una rimonta spettacolare o un calciatore che allaccia gli scarpini al portiere avversario”.
 
Del mercato, in estate, te ne sei occupato in prima persona. Sei contento di quanto sei riuscito a portare a termine, per puntellare l’organico di una neopromossa? “Tengo a precisare che il nostro mercato estivo é stato svolto, come anche lo scorso anno, parallelamente da me, mister D’Agostini e dal direttore Claudio De Fusco, presenziando sempre tutti e tre in ogni incontro avuto, con l’ intento di trovare i profili piú giusti per le nostre ambizioni. Posso dirti che sono molto soddisfatto, siamo riusciti a portare in casa gialloblú ragazzi che conoscevamo e che avevamo nel mirino da tempo, ragazzi molto validi, di esperienza, che – aggiunti al gruppo giá solido dello scorso anno – possono darci la possibilitá di affrontare questa lunghissima salita che é appena iniziata”.

 

Lascia un commento