ESCLUSIVA Eccellenza, Girone B – Colleferro, cose da pazzi! Cangiano: “Chi glielo dice a chi ha speso tanto che noi siamo secondi con 8-9 under in campo…?”

Lo dice piano, anzi non lo dice proprio. Nessun pensiero di primato. Il Colleferro vive alla giornata, ma ogni volta regala nuovi spunti. La creatura di patron Cedrone continua la sua solida marcia, andando a regolare anche il Roccasecca, al ‘Caslini’. Un cammino silenzioso, sotto traccia. I ragazzi rossoneri sono stati indottrinati a meraviglia dal loro mister. Lo abbiamo voluto intercettare in esclusiva, noi di Lazioingol.it, il cuore pulsante di questo Colleferro che sorprende. Parola a Sasà Cangiano.

 

Il Colleferro c’è ancora. Di misura col Roccasecca. Ti ha soddisfatto la prova dei tuoi? “Sono molto soddisfatto della prestazione di ieri. Il match è finito 1-0, ma abbiamo avuto almeno 4-5 palle gol che solo per bravura del portiere avversario non sono state concretizzate in altrettante segnature”.
 
Come hai gestito la doppia sconfitta rimediata nell’arco della scorsa settimana? Hai temuto che i tuoi potessero perdere qualche certezza? “Le sconfitte le abbiamo gestite in maniera tranquilla, perché se con il Formia avevamo regalato il primo tempo e fatto un grandissimo secondo tempo, contro l’Artena abbiamo fatto una gara stupenda. Abbiamo perso immeritatamente con tante occasioni da gol da parte nostra. Proprio la partita contro la Vis – anche se abbiamo perso – ha rinforzato le nostre convinzioni di essere una buona squadra, perché abbiamo messo sotto una delle corazzate del girone B”.
 
Il Cassino non accenna a frenare la corsa, la Vis Artena appunto non molla e dietro Audace e Aprilia, ma anche il Serpentara, aumentano i giri. Le ho inserite tutte o c’è qualcun altra compagine che può inserirsi per il vertice? “Per la lotta al vertice le hai inserite tutte tranne le due pometine, che stanno facendo fatica a trovare il giusto equilibrio però hanno delle rose con giocatori importanti per la categoria. Non sono di sicuro delle sorprese il Cassino e la Vis Artena, basta guardare le rose che hanno. Stanno facendo quello che avevano programmato, ovvero lottare per vincere. Credo che il nostro ruolo e quello dell’Audace sia di dare fastidio. Siamo delle outsider, perché abbiamo già un anno di lavoro alle spalle con quasi gli stessi giocatori e quindi questo ci ha aiutato a fare una partenza sprint. L’Audace schiera almeno 6 under, solitamente, noi addirittura tre in più di loro. Nel match che ci ha visto una di fronte all’altra loro sono rimasti molto sorpresi da questo fatto e ci fecero i complimenti. Anche contro il Roccasecca abbiamo iniziato con 9 under dal primo minuto”.
 
Il tuo gruppo di giovani terribili è quanto di più scomodo da sopportare per club che hanno speso tanto e sono costretti a rincorrervi. Che ne pensi di questa situazione? “Questa posizione di classifica del Colleferro è difficile da digerire per qualche nostro avversario. In molti hanno investito tanto e magari volevano avrebbero voluto essere al nostro posto, in graduatoria. Voglio rassicurare tutte queste persone che il progetto del Colleferro è quello di far crescere i giovani e far divertire i nostri tifosi che ci vengono a vedere. Penso che ci stiamo riuscendo alla grande… Sfido chiunque a portarmi – dati alla mano – una squadra che gioca dal primo minuto con 8-9nder ed è seconda in classifica”.
 

 

 

Lascia un commento