Eccellenza, Girone A – PC Tor Sapienza-Lepanto Marino non decolla

Tor Sapienza – Lepanto Marino 0 – 0

Tor Sapienza: Trinchera; Di Mauro, Fiore, Graziani, Mele, Santori, Cannizzo, Minelli, Camilli (28’st Scardini), Mereu, Ruggiero. A disp. : Lombardi, Garritano, Volpe, Della Porta, Terziani, Nargiso Galasso. All. : Di Loreto.

Lepanto Marino: Aniello; Kalaj, Marongiu, Verdini, Maiolini, Amico, Mastandrea (15’st Bianchi), Moretti, Spaziani, Capolei, Petrangeli (20’st Panella). A disp. : Brugnettini, Muccini, Magi, Savella, De Gennaro. All. : Leone.

Arbitro: Colelli di Ostia Lido.  Assistenti: Saccone di Albano e Boccaccini di Ciampino.

Note: 1’ e 3’ recupero; ammoniti Di Mauro, Mereu, Kalaj, Verdini, Maiolini, Mastrandrea; al 9’st espulso Maiolini per somma di ammonizioni; al 17’st espulso Santori per condotta violenta.

Un pareggio per riguadagnare fiducia e guardare con ottimismo alle prossime, dure giornate. Il Tor Sapienza impatta al Castelli contro la Lepanto Marino, 0 – 0 il punteggio di una gara bruttina ma nella quale il Tor Sapienza ha reagito alle ultime prestazioni, per lo meno sul piano del gioco. Poche però le occasioni da entrambe le parti, decisivo Trinchera in un paio di occasioni, ma tanti rimpianti anche per un pallone tolto letteralmente dalla porta da Marongiu a pochi istanti dal termine del secondo tempo. Da evidenziare un arbitraggio largamente insufficiente sia nelle situazioni di gioco, che nella gestione caratteriale della gara.

Il primo tempo riserva davvero poche emozioni, con i portieri inoperosi e le difese molto attente. Ciononostante, al 43’ di gioco, Moretti scappa alla marcatura e si invola a rete tutto solo, chiamando Mirko Trinchera ad un grande intervento in uscita bassa.

Nella ripresa, al 9’, Maiolini lascia i suoi in dieci per somma di ammonizioni, ma il Tor Sapienza non fa in tempo a prenderne consapevolezza che Santori si fa espellere a sua volta. Rosso diretto per il difensore centrale, venuto a contatto con un avversario sugli sviluppi di un corner. Al 30’ decisione paradossale del fischietto lidense: Kalaj, già ammonito, atterra Mereu sulla trequarti, il giallo per il giovane terzino sembra inevitabile ma l’arbitro ammonisce incredibilmente Mereu per simulazione, forse con la consapevolezza che altrimenti Kalaj sarebbe stato espulso. Senza indagare i misteri della metafisica arbitrale, la partita scivola via fino agli minuti, dove vengono costruite le occasioni più clamorose del match: al 40’ Trinchera sfoggia una reazione da felino sul colpo di testa di Spaziani, respinto da due passi. Pochi minuti dopo, sul cambio di fronte, Mereu entra in area e tira con Aniello battuto, Marongiu si immola salvando sulla linea il gol dell’eventuale vantaggio gialloverde.

Passi avanti per il Tor Sapienza sotto il profilo dell’organizzazione e della personalità, meno sotto rete dove le soluzioni migliori sembrano ancora mancare.

Ufficio Stampa PC Tor Sapienza

Lascia un commento