Promozione, Girone B – Il ruggito di Di Mugno manda in estasi il Poli. Castelnuovese ko

POLI – CASTELNUOVESE 3-2

Prestazione caparbia del Poli, che torna a vincere in campionato dopo due pareggi. L’undici di Vicalvi regolano in una partita intensa la Castelnuovese, mettendo il punto esclamativo sul periodo poco fortunato degli uomini di Marcangeli.

La prima occasione ha la griffe di Fabbricatti; il numero 10 ospite spizza di testa un cross dal fondo, ma la palla finisce lontano dallo specchio della porta. Preludio al gol. Minuto 17 è ancora la mezz’ala classe ’94 a ribadire di punta in rete una palla vagante in area prenestina. Il Poli si sveglia, la reazione è poco composta, ma roboante. L’area ospite è presa d’assalto, ma le mischie in area non portano frutti. Fino al 28′, quando Trenta anticipa Chettyar in uscita: la sfera giunge sui piedi di Di Mugno che la deposita in rete.

Il Poli continua a macinare gioco, la Castelnuovese lo fredda. I verdi di Marcangeli ringraziano una carambola in area, Sansotta si appropria del pallone. Il suo tiro viene respinto da Mencarini, ma la palla s’impenna e termina beffardamente la sua corsa sotto la traversa. Stavolta la reazione dei padroni di casa è ancora più rabbiosa. La risposta, che fissa il punteggio sul 2-2, è affidata a Rosi. Il numero 11 biancorosso si conquista e destina alle spalle di Chettyar un calcio piazzato laterale, scavalcando la barriera.

La ripresa è una partita diversa. Sale in cattedra Di Mugno, che pronti e via costringe il capitano avversario all’atterramento. Massima punizione, il giovane portiere ospite è spiazzato. Ottavo sigillo tra campionato e Coppa per il capitano. La Castelnuovese si appropria del pallino di gioco, ma crea poco o nulla. Sementilli prova a sgusciare, Sansotta e Fiorentini sono ben tenuti a bada dalla coppia di centrali di Vicalvi. L’unica situazione interessante capita proprio a Sansotta, ma la seconda punta non calcia e Colozzi è bravo in chiusura. Il Poli affonda meno, ma chiude con i tre punti in tasca. Raggiunto il Casal Barriera in vetta, in attesa del Cantalice, la cui gara è stata rinviata. Amaro in bocca per Marcangeli ed i suoi che non riescono più a vincere, nonostante una gara di personalità in trasferta.

Massimiliano Martino

Lascia un commento