Eccellenza, Girone A ULTIME DAI CAMPI – Vigor Acquapendente, Broccatelli: “Quel che è successo a patron Galli deve darci la forza per lottare”

Il piatto piange, ma per fortuna domenica la Vigor Acquapendente non affronterà una delle tante corazzate che girano per il girone A. Quello contro l’Atletico Vescovio potrebbe essere proprio l’appuntamento giusto per acciuffare quella vittoria che tanto manca alla compagine della Tuscia. Per l’occasione, la redazione di Lazioingol.it ha contattato la guida tecnica della formazione gialloblù. Un’analisi, quella di Enrico Broccatelli, che individua problemi di maturità. Peraltro il contorno non aiuta neanche la squadra, costretta a convivere con i noti problemi societari, legati alle vicissitudini del patron Galli.
L‘ORA DEL RILANCIO – “Il momento è delicato e la partita con l’Atletico Vescovio potrebbe essere quella giusta per rilanciarci, anche perché la classifica è cortissima e con una vittoria si potrebbero addirittura scalare diverse posizioni”.

L’INESPERIENZA SI PAGA – “Questo è un campionato difficile dove al minimo errore vieni punito e noi spesso siamo mancati, anche a livello di cattiveria, nelle fasi calde della gara. La giovane età della rosa può aver sicuramente influito. Comunque a parte domenica scorsa ce la siamo giocata sempre con tutti”.

TESTA AL CAMPO – Mercato? Sto pensando più che altro a fare qualche punto. Dobbiamo lottare, poi a dicembre si vedrà. Io non mollo, sto sul pezzo e mi impegno a fondo. Prima o poi il dio del calcio ci premierà”.

“Questioni societarie? Forse inizialmente c’è stato un po’ di disorientamento, dopo i fatti accaduti al nostro patron Galli. Quello che è successo ci deve dare la forza per mirare ad un obiettivo comune: lottare per lui e comportarci da uomini veri. Non siamo stati abbandonati a noi stessi, il direttore Olimpieri ed il presidente Ragni ci sono sempre vicino e sono convinto che anche Fabrizio Galli lo è, col pensiero”.

Lascia un commento