Promozione, Girone A – Garbatella, parola di capitan Bertarelli: “Lavoriamo sulla concentrazione, basta poco per il salto di qualità”

È ormai alle spalle il pareggio beffa di Montespaccato, la squadra di Danilo D’Elia sta infatti preparando a dovere la sfida di domenica prossima contro il Ronciglione United, altro match di sicuro interesse. Il gruppo sta bene, come capiamo dalle parole del suo capitano, Andrea Bertarelli: “La squadra sta lavorando decisamente bene, domenica scorsa abbiamo ottenuto un buon risultato sul campo di quella che secondo me è la favorita alla vittoria finale. Peccato però per quel goal subito nel finale di gara, i punti potevano essere anche tre e questo lascia un po’ di amaro in bocca. Ma se abbiamo preso quella rete, dei motivi ci staranno”. Ecco, il capitano del club romano sa bene quindi su cosa il gruppo dovrà lavorare da qui in avanti: “Serve lavorare a livello mentale, sulla concentrazione e sulla consapevolezza di se stessi. La squadra è forte, basta poco per fare quel salto di qualità che ci avvicinerebbe di molto alle prime delle classe. Perché forse non siamo da testa della classifica, ma possiamo fare sicuramente un campionato da protagonisti”.

La rosa del Garbatella è molto giovane, in questi casi serve quindi una figura di esperienza a guidare il gruppo, e chi meglio del suo capitano lo potrebbe fare? Bertarelli ci spiega cosa la sua figura deve fare all’interno di una realtà del genere: “Un capitano deve dare l’esempio, innanzi tutto fuori dal campo ed in seguito sul rettangolo di gioco. Deve capire inoltre quando bisogna essere duri e rimproverare qualcuno come al contrario saper incoraggiare un compagno”. Un ruolo molto simile quindi a quello di un genitore. “Proprio così” ammette ridendo il giocatore “l’età d’altronde è quella”.

Lascia un commento