Coppa Italia Eccellenza – Il CreCas manca la rimonta, avanti l’Atletico Vescovio

L’Atletico Vescovio passa agli ottavi di finale: in virtù del 3 a 1 dell’andata, non basta ai sabini il pareggio e ad andare avanti è la squadra di Pansa.

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA – ATLETICO VESCOVIO 1 : 1

MARCATORI Bornigia rig. 18’ pt (AV), Persichetti 33’ st (C)

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA Zazzaro, Cupelli, Mortaroli, Palmieri, Picarazzi, Rulli (6’ st Panella), Collacchi (15’ st Foschi), Hrustic, Lupi (27’ st Tozzi), Palomba, Persichetti PANCHINA Pucci, Corsi, Fiorentino, Gallaccio ALLENATORE Centioni

ATLETICO VESCOVIO Ulissi, Ciampini, Maestrelli, Dalla Palma, Madonna, Delli Muti, Amici, Innocenti, Sandulli (14’ st Palazzolo), Bornigia (31’ st Francioni), De Vincenzi (21’ st Merli) PANCHINA Rossi, Privitera, Garzoni Provenzani, Barbarella ALLENATORE Pansa

ARBITRO Torreggiani di Civitavecchia

ASSISTENTI Ticani di Roma 2 e Bianchini di Frosinone

NOTE Espulso al 45’ st Mortaroli (C) per doppia ammonizione. Ammoniti Palmieri, Picarazzi, Ciampini. Ang. 6 – 5. Rec. 1’ pt, 3’ st.

CRONACA DELLA PARTITA

A proporsi per primi nella metà campo avversaria sono i padroni di casa: al 7’ Palomba calcia il corner sul secondo palo, dove incorna Lupi mandando fuori di poco. 7’ dopo Palomba sventaglia a destra per Persichetti, il cui cross arriva a Lupi, anticipato da Dalla Palma.

Sono però gli ospiti a passare al 17’, quando un rinvio scomposto di Zazzaro permette a Bornigia di impossessarsi della palla e di servire De Vincenzi, che entra in area e viene toccato fallosamente da Palmieri: calcio di rigore. Se ne incarica Bornigia, che dagli undici metri non sbaglia.

I locali sfiorano il vantaggio sul finale di tempo con Persichetti, il cui tentativo è vanificato dall’uscita dell’estremo difensore locale.

Lo stesso sbarra la porta a Panella alla mezz’ora della ripresa. Il definitivo 1 a 1 giunge al 33’: Mortaroli lancia lungo per Persichetti, che da fuori area aggancia la sfera e con un meraviglioso lob infila in rete.

Ufficio Stampa Crecas

Lascia un commento