ESCLUSIVA Promozione, Girone B – Esplosione Tivoli in casa Grifone GV. Bomber Cecchini: “Vittoria del gruppo. I miei gol? Arriveranno…”

Il gol è il suo pane quotidiano, ma in questa stagione sta facendo attendere i propri tifosi. Cristiano Cecchini, causa un’estate travagliata, non è ancora entrato nel tabellino dei marcatori. Poco male, il centravanti della Tivoli non si preoccupa, anzi spera di regalarne a grappoli quanto prima, facendo infiammare le tribune di Campo Ripoli. È arrivato a campionato iniziato in amarantoblù, dopo la parentesi fugace a Licenza. L’ex bomber del Vicovaro ha raccontato del suo ritorno a Tivoli il giorno dopo il grande exploit in casa del Grifone Gialloverde. In esclusiva, a Lazioingol.it
Espugnato il campo del Grifone Gialloverde, la Tivoli regala la sorpresa di giornata. Che match è stato? “È stato un match equilibrato, loro sono un’ottima squadra con individualità come Manganelli e Roversi. Noi siamo stati bravi a sfruttare le ripartenze ed essere compatti, aiutandoci da vera squadra. È stata la vittoria del gruppo”.
 
In settimana sembravano esser fuoriuscite alcune tensioni, con la piazza poco contenta dell’andamento della squadra. Diciamo che avete risposto alla grande… “Con la squadra in particolare non ci sono mai state tensioni. I tifosi ci sono sempre stati vicini, incitandoci dal primo al novantesimo minuto. Sono il nostro dodicesimo uomo in campo loro ci chiedono di onorare la maglia e credo che lo stiamo facendo. Anche quando le cose non vanno per il verso giusto: nella sfortunata sconfitta con il Casal Barriera, ad esempio, siamo usciti tra gli applausi…”
 
Quali sono i vostri obiettivi? Finora il rendimento è stato altalenante, ma specie in trasferta vi siete tolti delle belle soddisfazioni… “Il nostro obiettivo rimane quello di arrivare il prima possibile alla salvezza. Siamo una squadra molto giovane, che ha cominciato quest’anno a giocare in Promozione e che ogni tanto pecca in maturità ed esperienza – come normale che sia -. Ma se ascoltiamo il mister, persona veramente in gamba e preparata, ci possiamo togliere delle soddisfazioni, come è successo domenica”.
 
A livello personale, come ti senti? Hai iniziato tardi la stagione, solo ora stai entrando nelle rotazioni di mister D’Aniello. Ti sei dato un obiettivo da raggiungere? “Ancora non posso dire di essere al top della forma, dato che ho iniziato in ritardo a lavorare col gruppo. L’obiettivo è di raggiungere il prima possibile la salvezza. Sto lavorando bene in allenamento, son sicuro che – parlando di traguardi personali – arriveranno anche i gol”.
 
Hai lasciato il Vicovaro con una Coppa Lazio in tasca. La trattativa col Tivoli si è sviluppata tardi. Ci racconti qualcosa in più? “A Vicovaro ho passato un anno stupendo, che rimarrà nel mio cuore. È una grande piazza. Con la Tivoli è nato tutto tardi. Ad inizio estate mi ero accordato con il Licenza, ma per motivi lavorativi sarei stato praticamente impossibilitato a rispettare gli accordi. Perciò, quando è arrivata la chiamata della Tivoli, sapendo che loro si allenavano un po’ più tardi, ho accettato subito. Tra l’altro io abito qui”.
In conclusione, domenica il S.Angelo Romano farà visita al campo Ripoli. un match abbastanza insidioso… “Il Sant’Angelo è un’ottima squadra, che milita in Promozione già da qualche anno. Ha ottimi giocatori ed un allenatore esperto. Noi vogliamo dare continuità a quanto fatto domenica, ci prepareremo nel migliore dei modi in settimana per mettere altri punti in cascina”.

Lascia un commento