ESCLUSIVA Serie D, Girone G – Rieti, senti super Kucich: “Arzachena? Pensiamo a giocar bene”

Big match al Manlio Scopigno, il Rieti capoclassifica attende l’Arzachena, una delle formazioni più accreditate per quanto concerne il passaggio tra i professionisti. La formazione sarda viene da un momento complicato, ma ha dalla sua una rosa di primo livello, rafforzata in estate dopo aver sfiorato la vittoria del campionato giusto un anno fa. Per sondare la situazione in casa amarantoceleste, in vista di una sfida di questo rango, la redazione di Lazioingol.it ha contattato in esclusiva il numero 1 Matteo Kucich. Di proprietà dell’Udinese, lo scorso anno protagonista in Primavera con il Frosinone di mister Coppitelli, il triestino classe ’98 sta facendo parlare di sè per la bontà delle sue prestazioni.

 

Giovedì sera la Nuorese ha fallito il sorpasso, in testa c’è sempre il terzetto di laziali. Come state vivendo questo momento? “Stiamo vivendo con calma e serenità questo momento. La squadra è molto unita e determinata ad arrivare più in alto possibile. Guardiamo poco in casa delle altre, per questo della partita della Nuorese ci importa poco. Pensiamo solo a giocare bene ogni domenica, poi quello che verrà, verrà”.

Da una sarda all’altra. L’importante vittoria di Sassari cerca conferme. Stavolta affronterete l’Arzachena, un’altra squadra rispetto alla Torres… “Tutte le gare sono difficili e tutte vanno preparate nel migliore dei modi. Che sia Torres, Arzachena o L’Aquila non fa davvero differenza”.
 
Ci racconti com’è nata l’idea del prestito a Rieti, per un triestino come te che militava nelle fila della Primavera dell’Udinese? “Dopo un anno nel campionato Primavera ho ritenuto fosse più opportuno provare un’esperienza tra i grandi. Avevo varie offerte, ma quella del Rieti è stata senza dubbio la più stimolante”.
 
A breve termine, c’è la voglia di balzare di categoria con la maglia del Rieti? “La volontà di salire di categoria c’è, ma non sarà per nulla facile. Le avversarie sono tante ed agguerrite, come ho detto prima tutte le gare sono difficili, non dobbiamo mai mollare. Pensiamo gara dopo gara”.
 
Programmi futuri? Hai un contratto con i friulani… “Così come al Rieti, anche a me piacerebbe salire di categoria. Penso sia abbastanza normale. Ho ancora un anno di contratto con l’Udinese, ma ora non penso a questa situazione. Sono concentrato sulla mia stagione in amarantoceleste. A giugno vedremo cosa accadrà”.

 

Lascia un commento