Promozione, Girone B – Villalba, fiducia confermata a De Filippo. Ma serve una scossa…

Adesso basta! È ora di cambiare pagina, di guardare avanti senza voltarsi indietro. Anche perché se lo facessimo, scorgeremmo la vergogna di aver deluso migliaia di tifosi, tanti addetti ai lavori che credevano nel Villalba e una società che, al termine della partita, conferma la piena fiducia nel tecnico, Daniele De Filippo.

Contro lo Spes Poggio Fidoni ci si attendeva una scontatissima vittoria, invece è arrivata una sconfitta, la seconda consecutiva dopo quella di Vicovaro, la quarta su sette partite in questo avvio di campionato. E su questo occorrerà riflettere: i più pessimisti avrebbero forse pronosticato 3-4 sconfitte per il Villalba Ocres Moca 1952 in tutto il campionato, non certo già a metà ottobre. Qualcosa non va e siamo ottimisti. Perché molto più di qualcosa sta andando storto. Non c’è il gioco che ci si attendeva, visto solo a tratti. Manca la personalità in giocatori che dovevano far fare il salto di qualità, in gente di categorie superiori che stanno nascondendo il carattere all’ombra di prestazioni opache e discutibili. Non tutto è perduto, certo. Siamo solo all’inizio della stagione. Ma non bisogna perdere tempo. Non più. In un girone dove tutti indugiano, il Cantalice può dar vita ad una fuga pericolosa. Con un potenziale vuoto alle spalle, dove sgomitare con altre pretendenti ai play off potrebbe rivelarsi molto pericoloso.

Intanto sulla gara casalinga niente scusanti. Primo tempo opaco e scialbo, ripresa senza anima, pur con diverse occasioni sciupate e manovre offensive approssimative basate sul gioco dei singoli. Il portiere ospite, Pezzotti, si è dimostrato un osso duro da superare, anche se la mancanza di continuità nella spinta del Villalba Ocres Moca 1952 ha aiutato molto la sua prestazione. Nel complesso, si sono viste cose interessanti dall’inserimento di Marini a centrocampo e dal solito Prioteasa, stavolta troppo impreciso sotto porta. Urgono spirito di sacrificio e determinazione per cambiare una classifica che inizia a diventare imbarazzante. I presidenti Pietro Scrocca e Mauro D’Autilia stanno valutando in queste ore cosa occorra per dare una sterzata netta al cammino della propria squadra.

Ufficio Stampa Villalba

Lascia un commento