ESCLUSIVA Prima Categoria, Girone F – Praeneste, Lunardini rimprovera i suoi: “Atteggiamento inammissibile se vogliamo confermarci”. E sulla difesa…

Passo falso difficile da digerire per il Praeneste di mister Paolo Lunardini. L’Atletico Torbellamonaca porta via tre punti di platino, sottraendoli alla più quotata formazione prenestina. Mister Lunardini, intercettato in esclusiva dal portale Lazioingol.it, non sa ancora darsi pace: “Durante la settimana avevo parlato alla squadra, esternando loro il fatto che non ci stessimo allenando bene. Stavamo sottovalutando l’avversario ancor prima di disputare l’impegno. Venivamo da una grossa prestazione all’Alberone ed ho notato questo tipo di atteggiamento. Non mi sono sbagliato, infatti, anche se devo dire che contro l’Atletico Torbellamonaca per buona parte del match si è giocato ad una sola porta. Abbiamo sbagliato tanti gol ed abbiamo pagato a caro prezzo ogni nostra disattenzione difensiva. Poi sotto di due reti non siamo riusciti a recuperare l’incontro”.

Non aver scalato la graduatoria in un match alla portata pesa come un macigno. Lunardini rincara la dose, ma non cerca alibi per una classifica che piange miseria: “Onestamente, non abbiamo fatto la prestazione che mi attendevo. Non voglio appigliarmi all’assenza di Vitrano, non c’entrano nulla le defezioni. In settimana non ci siamo allenati bene”. All’orizzonte il match in casa del Borghesiana, appaiato in classifica agli arancioverdi con 3 lunghezze: “Era fondamentale fare punti per approcciarsi al meglio a questa sfida. Ora, a livello di testa, mi aspetto qualcosa in più. Dobbiamo dimostrare di essere più forti dello scorso anno. Dobbiamo migliorare soprattutto in difesa: non è possibile prendere 2 gol a partita. Non sono contento delle prestazioni che stiamo facendo. Ho visto un ottimo Praeneste in Coppa Lazio contro l’Atletico Kick Off e contro l’Alberone, gara in cui abbiamo meritato la vittoria. Per il resto non mi piace come ci stiamo comportando. Lavoro tutta la settimana su alcune situazioni e poi puntualmente la domenica incassiamo gol su palle inattive”.

L’avvio più che balbettante non muta le carte in tavola. Gli obiettivi dei prenestini rimangono immutati, pur sapendo che ci sarà da battagliare per ritagliarsi un posto di spicco nell’economia di un girone competitivo. Sarà complicato far leva ancora sull’aspetto sorpresa, per il trainer ex Segni e Poli “La socetà mi ha chiesto di confermare la posizione della passata stagione, visto che sul mercato non ci siamo poi mossi così tanto. Se prima eravamo un’incognita, però, adesso se vogliamo ambire a qualcosa in più dobbiamo esser pronti in campo. La Cavese e l’Atletico Morena ora sono in Promozione e questo raggruppamento non credo offra un rullo compressore. È un girone più livellato, possiamo perdere e vincere con tutti. È fondamentale partire col piede giusto. Guarda il Colle di Fuori. Io sono della zona, hanno fatto 9 punti, facendo gli stessi nostri gol, ma non incassandone. Questo fa la differenza. Io non mollo un metro, questi passi falsi capitano, ma ci crediamo nelle nostre potenzialità. Sarà dura, ma ora voglio vedere il riscatto contro il Borghesiana”.

Lascia un commento