Lega Pro, Girone C – Fondi, lo Iadaresta pensiero: “Taranto? Saranno fondamentali gli stimoli e la fame”

Confermatissimo in questo Fondi è bomber Pasquale Iadaresta, che dopo tante sfide allo ‘Iacovone’, non vede l’ora di tornare a calcare, da avversario, quell’erba, come conferma a Blunote: “Quello dell’Unicusano è un progetto molto importante e interessante che associa il calcio alla ricerca scientifica. Qui si segue un protocollo comportamentale non indifferente. Sono felice di farne parte”.

IL FONDI: “Al di là degli ultimi risultati, siamo soddisfatti: forse ci mancano 3-4 punti. Siamo una neopromossa ambiziosa e anche noi, come gli ionici, siamo una squadra partita in ritardo per via del ripescaggio. C’è una buonissima base e siamo felici per le prestazioni”.

PREPARAZIONE: “Siamo partiti con l’analizzare la scorsa partita per poi iniziare a vedere, nel dettaglio, come affrontare il Taranto. Ormai, quella dello ‘Iacovone’ è una tappa fissa, bella ed affascinante. Formazione? Rientra Bombagi dalla squalifica mentre Galasso non credo recuperi”.

IL TARANTO: “Quando una squadra cambia allenatore è sempre un rebus: innanzitutto bisogna capire perchè è stato mandato via Papagni. Analizzeremo tutto prima della partita. Una cosa è certa: sarà una bella sfida anche per via della rivalità che si è accesa nell’ultimo anno. Fondamentali sarannno gli stimoli e la fame”.

LE ASSENZE: “So che il Taranto potrebbe giocare, ancora, senza Altobello e Stendardo: due assenze importanti anche se i sostituti validi ci sono. Al di la di ciò saranno le motivazioni a fare la differenza, Noi veniamo da un ko immeritato con il Cosenza e loro dalla sconfitta di Catanzaro…”.

LA CORNICE: “Mi auguro di trovare uno ‘Iacovone’ pieno: Taranto ha sempre dimostrato attaccamento nei confronti della propria squadra. Sono felicissimo di tornarci: fortunatamente quest’anno accade in Lega Pro”.

IL CAMPIONATO: “E’ bello e avvincente, soprattutto ora che le piccole iniziano a mettere in difficoltà le big. Spero, solo, che con il passare delle giornate non si spacchi la graduatoria. Inoltre, questo è un campionato a venti squadre e quindi ci sono più partite: può succedere di tutto. E’ presto per fare bilanci”.

IADARESTA: “Per me come per altri confermati è una bella sfida. L’augurio, per noi, è che sia soltanto l’inizio di un grande cammino. Con i nuovi arrivati, c’è stato subito ottimo feeling. L’impatto per me è stato positivo e credo anche per i miei compagni. E’ un bel gruppo e stiamo bene insieme”.

Blunote.slyvi.com

Lascia un commento