Serie D, Girone H – Cynthia, Paloni: “Le sconfitte subite? Bisogna ripartire”

Un ultimo posto che non allarma. La Cynthia è attualmente fanalino di coda del girone H di Serie D (anche se i genzanesi sono in compagnia di altre tre squadre e a distanza ravvicinata ne hanno tante altre), ma Andrea Paloni non sembra molto preoccupato. «L’anno scorso siamo stati due mesi senza vincere e alla fine ci siamo salvati – dice il difensore esterno classe 1993 – E’ un concetto che stiamo cercando di trasmettere ai ragazzi più giovani: anche se si perde una partita bisogna ripartire».

Uno sprone che calza a pennello per questa settimana: la Cynthia viene da una sconfitta per 2-0 in terra campana contro l’Hercolaneum e ora (senza gli squalificati Artistico e Macciocchi, ma col rientrante Bertoldi) al Comunale è pronta a ospitare un’altra formazione campana, vale a dire l’Agropoli. «Personalmente so poco del prossimo avversario e d’altronde per noi questo è un girone nuovo – dice Paloni – Abbiamo bisogno di muovere la classifica tentando magari il sorpasso sull’avversario di turno, ma in primis dobbiamo cercare di fare la prestazione perché quelle alla lunga ti premiano». Il difensore, che fece già sei anni fa un’esperienza alla Cynthia prima di vestire anche le maglie di Isola Liri, Giacomense e Spal in serie C2, è contento di essere tornato “all’ovile”.

«In questo ambiente mi trovo bene e l’esperienza dell’anno scorso me lo ha confermato». Tra l’altro Andrea è figlio del noto Giancarlo Paloni, tecnico molto conosciuto nel calcio dilettante laziale. «Mio padre mi segue sempre, non si perde una partita – sorride il difensore – Cosa fa ora? Negli ultimi anni è rimasto un po’ deluso da alcune situazioni e ora allena la Juniores a Cecchina (dove fece una parte importante della sua carriera dilettantistica) più che altro per amicizia».

Tiziano Pompili – Ilmessaggero.it

Lascia un commento