Eccellenza, Girone A – Sff Atletico, ds Carelli: “Ladispoli? Ci dirà chi siamo”

E’ iniziata nel migliore dei modi la stagione dell’Atletico Sff. Il nuovo sodalizio tra Fregene, Sp.Fiumicino e Focene è partito veramente alla grande con tre vittorie consecutive. E se qualcuno poteva apporre qualche dubbio sull’iniziale consistenza degli avversari è stato lo 0-4 al Montecelio a scacciare ogni titubanza sulla forza e determinazione della squadra di Raffaele Scudieri.

Le scelte di mercato del diesse Claudio Carelli, da Tornatore ad Esposito, passando per Morini fino a Perelli sembrano essere state azzeccate. Squadra rinforzata in tutti i reparti pronta all’assalto del campionato dopo i due secondi posti consecutivi.

Direttore, tre vittorie, punteggio pieno con tanti gol ed una difesa pressochè imperforabile. Meglio di così Sff Atletico non poteva iniziare?
“Sicuramente siamo anche andati oltre le previsioni. Il Montecelio è una squadra molto attrezzata, era un po’ una prova del nove per noi. Andare in un campo così difficile e dopo mezz’ora trovarsi sullo 0-3 ti riempie di soddisfazioni e certezze”.

Dove è migliorabile questa squadra, in quale fase della partita?
“La cosa che mi allarma un pochino è proprio questa: la squadra è al top, difficile trovare al momento delle pecche. Non pensavo che potessimo fare delle prestazioni così importanti”

Tornatore ha realizzato già cinque gol in tre partite. E’ l’acquisto più azzeccato finora?
“Diego è fondamentale come tanti altri. Da lui però te lo aspetti perchè è un attaccante che ha i gol nel sangue. Per una squadra che crea così tanto come la nostra ci potevamo aspettare questo rendimento. Stessa cosa per gli altri grandi che sono arrivati in estate, sapevamo quello che ci potevano dare. La sorpresa invece riguarda soprattutto i giovani. Hanno avuto un approccio determinante in questa squadra. Domenica siamo scesi in campo con cinque under dal primo minuto, questo è un dato importantissimo”

Sff Atletico capolista a punteggio pieno insieme al Ladispoli avversario di domenica. E’ già una sfida chiave per la lotta al vertice?
“Sicuramente per noi è una sfida importante. Non so se siamo noi ad essere un gradino sopra le altre o chi abbiamo incontrato si trova al momento in difficoltà. Ora però c’è il Ladispoli che ha gli stessi nostri punti. Questa partita ci dirà realmente quello che siamo”

Rocchi e Toscano, di chi farebbe volentieri a meno come avversario domenica il ds Carelli?
“Una bella lotta, sono due grandi giocatori. Rocchi è un mio figlioccio, l’ho avuto a Fiumicino e poi a Montespaccato. Sono molto contento di quello che sta facendo. Lo temo perchè ha grandi potenzialità. Toscano è un pericolo costante con la sua fisicità ed i suoi colpi di testa”.

Calciodellatuscia.it

Lascia un commento