Serie D L’OPINIONE DI – Gianfranco Cicchetti (ag. Fifa): “Ostiamare mina vagante, il Trastevere ha talento! E sui giovani…”

Tre giornate di campionato, il sipario sulla Serie D si è appena alzato. Il calciomercato è fermo, chiuso. Parla il campo. Ed i primi verdetti – sovvertibili, per carità – sono già stati emessi. La redazione di Lazioingol.it, per fare il punto della situazione sui gironi che vedono impegnate le laziali, ha contattato l’agente Fifa, nonché addetto ai lavori, Gianfranco Cicchetti.

 

Iniziamo dal girone G. Quattro compagini laziali su 5 domenica si sono incrociate. L’Ostiamare si è presa le scene, vincendo col Monterosi e inanellando il terzo successo su altrettanti incontri. Stiamo parlando di una squadra attrezzata per dire la propria sino in fondo? “Credo che l’Ostia Mare sia una delle mine vaganti del girone. E’ una squadra forte, collaudata, con giovani interessanti, sarà una formazione in grado di puntare dai playoff in su. Stesso dicasi per Albalonga e Rieti, che hanno messo su due organici importanti per la categoria. Mi aspetto che siano tutte e tre protagoniste fino alla fine”.

Abbiamo citato il Monterosi, grande delusa d’inizio stagione. La formazione di patron Capponi sta forse risentendo del salto di categoria, nonostante un mercato importante? “Il Monterosi è la delusione di queste prime giornate di campionato. Non parliamo assolutamente di bocciatura, probabilmente di meccanismi e amalgama ancora da trovare dopo aver cambiato tanto. Credo che i valori di questa squadra usciranno fuori alla distanza, considerando che l’organico dei laziali è di prim’ordine”. 

Tra le avversarie delle laziali, quali ti sembrano le squadre di maggior caratura? “L’Aquila su tutte, un gradino più giù Avezzano, Nuorese ed Arzachena”. 

Spostiamoci più a sud. Il Trastevere vola in solitaria. Ti piace la squadra che era di mister Pirozzi? Assolutamente si. Il Trastevere ha una formazione ricca di talento e personalità, per me non è affatto una sorpresa vederla in testa alla classifica. I capitolini hanno giocatori importanti in tutti i reparti e saranno il terzo incomodo del girone dietro Nocerina e Gravina, le due favorite del lotto”. 

Il Cynthia, dopo un avvio stentato, si conferma bestia nera per l’Anzio. Un tuo pensiero sulla gara di ieri e su entrambe le compagini… “Sono a mio avviso due buone squadre, sulla carta probabilmente l’Anzio ha qualcosina in più, ma il Cynthia può contare su giovani – forse colpevolmente ‘dimenticati’ dalle big – che sono in grado di dare del filo da torcere a chiunque. Era una gara da tripla e tanto è stato alla fine”. 

Nocerina, Potenza, Bisceglie. La Vultur del Pampa Sosa. Tante squadre blasonate nel raggruppamento H. Peseranno alla lunga il nome e la tradizione di queste compagini?Più che il blasone contano i mezzi e gli organici. Le squadre succitate partono con obiettivi bellicosi e daranno battaglia fino alla fine. Personalmente ritengo questa la mia griglia di favorite: Nocerina, Gravina, Trastevere, Bisceglie, Francavilla.

In chiusura, sfruttiamo a nostro vantaggio la tua grande attenzione nei confronti dei giovani in rampa di lancio. Puoi farci qualche nome, per quanto riguarda questi gironi? Chi c’è in rampa di lancio? “Te ne do alcuni di prim’ordine: Cardillo (Flaminia), Attili (Ostia Mare), Kucich e Masala (Rieti), Fiore (Città di Ciampino), Radaelli (Trastevere) e Leonardi (San Severo).  Seguiteli con attenzione!”

Lascia un commento