Promozione, Girone B – La Tivoli stende la Vigor Perconti. Basta un acuto di Recchia

Nel calcio come si sa non contano solo le doti tecniche, ma grandissima importanza rivestono i concetti di sacrificio, di ardore, di cuore, di gruppo. Ecco, la Tivoli 1919, mai come quest’anno ha il dovere di incarnare questi concetti. Le doti tecniche ci sono, ma a fare la differenza quest’anno sono proprio quei concetti.

Infatti in una domenica di settembre, il 18/09/2016, la Tivoli 1919 fa visita alla Vigor Perconti e ha tutta la voglia di mettere in campo la massima espressione delle parole sacrificio, ardore, cuore, gruppo. Mister D’Aniello schiera i suoi con un 4 2 3 1 con Bravetti in porta, line difensiva da destra a sinistra composta da Perri, Lanciano e Savelli, terzino sinistro Urbani. I due davanti alla difesa sono Ortenzi e Di Brango, mentre i tre dietro l’unica punta Recchia, sono a sinistra Fazzoli al centro Luciano a destra Mori. La Tivoli 1919 inizia la partita un po’ lenta, come del resto marchio di fabbrica di questo inizio campionato. Si fa difficoltà a trovare le distanze e a tenere la palla, motivo per cui nelle battute iniziali la difesa deve fare gli straordinari. Ci vuole una scossa, il Mister D’Aniello in corso d’opera cambia l’assetto dei suoi passando a un 4 1 4 1. Al ritorno del classico modulo, la musica cambia immediatamente, la Tivoli comincia a diventare padrona del campo, attua un pressing costante a cui abbina delle ripartenza veloci. Le azioni da gol sono scarse, ma la Tivoli comincia a farsi vedere sempre più spesso davanti la porta avversaria. Così al 30esimo del primo tempo la Tivoli 1919 passa in vantaggio.Di Brango è bravissimo a recuperare un pallone sulla trequarti, palla al piede si porta al limite dell’area, qui è bravissimo a scaricare la palla su Recchia che con un tiro potente batte il portiere avversario. Vantaggio della Tivoli 1919 che va a festeggiare sotto il settore dove sono assiepati gli immancabili tifosi tiburtini. Subito dopo il gol la Tivoli indietreggia e rischia immediatamente il pareggio ma prima Urbani è pronto a salvare sulla linea di porta e poi Bravetti ribattere un altro tiro avversario, il primo tempo finisce con il vantaggio della Tivoli 1919.

Il secondo tempo parte male per gli 11 tiburtini in campo, la Vigor aumenta il proprio vigore e la Tivoli 1919 indietreggia troppo. La squadra tiburtina non riesce più a tenere palla davanti e così la difesa tiburtina è soggetta ai continui attacchi della squadra di casa. Proprio in questo frangente si vede la massima espressione dei concetti di sacrificio, cuore, gruppo. La Tivoli 1919 soffre ma ogni singolo giocatore corre ovunque a dare una mano al compagno di squadra per difendere quel risultato che vorrebbe dire primi tre punti nel campionato di Promozione. Come nel primo tempo Urbani è nuovamente bravo a salvare sulla linea, e nell’azione dopo Bravetti compie un vero miracolo a tu per tu con la punta avversaria. Un miracolo a tutti gli effetti, il numero uno fa una parata clamorosa che consente ai suoi di mantenere il vantaggio. Il mister D’aniello cambia qualche giocatore, Di Cesare per Luciano, Tafuri per Recchia, Santia per Perri. La Tivoli 1919 sembra riavere un po di vigore atletico, infatti con Di Brango si mangia due occasioni incredibili per portare al doppio vantaggio la Tivoli 1919. Così si continua a soffrire fino alla fine, ma il muro della Tivoli 1919, il gruppo della Tivoli 1919 resiste ai colpi e porta a casa un’importantissima vittoria.

Si è vista una squadra che può fare tanto, le doti tecniche ci sono senza alcun dubbio, ma quello che si è visto di più è lo spirito di squadra che ha portato gli amaranto blu a questa importantissima vittoria. Non si facciano voli pindarici, c’è da lavorare sodo, in quanto domenica arriva un’avversario ostico in quel di Campo Ripoli, la Vis Subiaco. Certi della giusta strada intrapresa, aspettiamo tutti i tifosi tiburtini a riempire le gradinate di Campo Ripoli per sostenere i colori amaranto blu.

Ufficio Stampa Tivoli 1919

Lascia un commento