Serie D, Girone H – Anzio, buone notizie per D’Agostino contro la bestia nera Cynthia

Secondo derby laziale per l’Anzio, il primo in campionato dopo quello nel turno preliminare della Coppa Italia di Serie D contro il Trastevere. La squadra di D’Agostino affronta al Comunale di Genzano la Cynthia, vera e propria bestia nera per i neroniani che, negli ultimi dieci precedenti hanno raccolto appena quattro pareggi a fronte di sei sconfitte. I castellani, inseriti per la prima volta nel girone pugliese, sono reduci dalla salvezza ottenuta dopo i playout nella passata stagione e hanno confermato in panchina Romolo Santolamazza, nome storico del calcio genzanese, ex portiere della Roma Primavera nei primi anni ’70, dove fu compagno di squadra di Agostino Di Bartolomei.

La stagione dei genzanesi non è iniziata nel migliore dei modi perché, nelle prime due giornate di campionato, sono arrivate altrettante sconfitte di misura, in casa contro il Francavilla e fuori sul campo del Potenza. La squadra è ancora una volta giovane, come ormai da tradizione negli ultimi anni, con il talentuoso “fratello d’arte” Mario Artistico chiamato a trascinare il gruppo a suon di reti. Reduce dalla stagione in chiaroscuro col Racing Club, dove ha conquistato la promozione in Eccellenza, il trentunenne romano ha calcato palcoscenici importanti in carriera, arrivando a giocare anche in Serie B con il Gallipoli.

Umore diametralmente opposto in casa Anzio, il 4-1 rifilato al Nardò domenica scorsa non è l’unica buona notizia per D’Agostino che, in vista della trasferta ai Castelli può contare anche sul recupero di Roberti e Colella, oltre a quello di Ferrari, reduce da un infortunio e subentrato nei minuti finali della gara contro i pugliesi. In più, il tecnico palermitano avrà finalmente a disposizione anche Alain Faccini, che ha risolto le pratiche burocratiche per il tesseramento e sarà regolarmente a disposizione. Tutta siciliana la terna chiamata a dirigere il match: l’arbitro è il signor Daniele Rutella di Enna, gli assistenti Davide Musumeci di Catania e Martina Bovini di Ragusa.

Ufficio Stampa Anzio

Lascia un commento