Serie D, Girone G – Rieti, riecco capitan Tirelli: “Per vincere serve questa rosa di qualità”

Finalmente in campo. Scontate le tre giornate di squalifica che gli sono state inflitte in estate per un supplemento d’indagine sul dopo Torres-Rieti di semifinale play off, per Fabrizio Tirelli si riaprono le porte dello Scopigno. Il capitano amarantoceleste tornerò a disposizione per l’attesissima sfida casalinga col L’Aquila, diciannove anni dopo l’ultima volta: non una gara qualunque, non una domenica come tutte le altre, consapevole di quanto di buono fatto in avvio di stagione dai suoi compagni di squadra e pronto ad impreziosirlo ulteriormente.

“Non nascondo di provare un pizzico di emozioneesclama TirelliNon mi era mai capitata una situazione del genere, ma i ragazzi sono stati impagabili: tre vittorie consecutive, due in campionato e una in Coppa Italia, un trend importante che peraltro era quello che volevamo. C’eravamo posti come obiettivo iniziale di partire col piede giusto per tentare di migliorare quanto di buono fatto lo scorso anno: la stagione è ancora lunga, le insidie sono sempre dietro l’angolo, ma aver avuto un approccio del genere sulla stagione credo che si rivelerà importante anche in seguito”.

Tirelli capitano di una squadra qualitativamente migliorata rispetto allo scorso anno: assortimento in ogni reparto, compreso quel centrocampo che può avvalersi di elementi di qualità e giovani importanti da gestire di domenica in domenica per rendere l’undici titolare sempre competitivo. “Tutti gli allenatori credo vogliano fare i conti con l’abbondanzadice sorridendo il Tir – Col mio rientro tra i convocabili evidentemente a centrocampo si creerà una competizione e una serie di ballottaggi, ma siamo maturi a sufficienza per capire che di solito le squadre che arrivano fino in fondo e competono per i posti di vertice si ritrovano a gestire queste situazioni: perché per vincere c’è bisogno di tutti, indistintamente e la dimostrazione sta proprio nella mia assenza. Se non avessimo avuto un elemento in grado di tenere alto il livello di qualità probabilmente non avremmo ottenuto questi risultati. Mi sembra chiaro”. Chiaro e trasparente, così come chiaro e diretto è l’appello del capitano amarantoceleste ai tifosi reatini, chiamati a raccolta per una sfida che si ripromette di andare avanti per tutta la durata del campionato: almeno sulla carta. “Non potete mancare, noi in campo daremo il massimo e voi dagli spalti come sempre saprete darci quella carica e quella spinta che solo voi riuscite ad infondere. Lo fate da sempre e sono sicuro che anche stavolta col 12esimo uomo sapremo fare la nostra bella figura per regalarvi e regalarci un’altra vittoria”. E se lo dice il capitano…

Lascia un commento