Eccellenza, Girone B – Cedial, arriva il terribile San Cesareo. Giordani: “Possiamo arrivare in fondo”

Domenica si gioca la terza giornata del campionato di Eccellenza, girone B, e il Cedial Lido dei Pini è atteso da una partita molto importante. Al “Chimenti” arriverà infatti il San Cesareo che insieme al Colleferro comanda la classifica a punteggio pieno. La formazione di mister Apuzzo è molto giovane e nelle prime due partite ha beffato Unipomezia, in casa per 1–0, e Audace, 2–0 in trasferta. «Troveremo di frontecommenta il portiere del Cedial Lido dei Pini Andrea Giordani una squadra che sta facendo benissimo nonostante sia composta da tanti giovani. Forse questo fattore li sta favorendo, li porta sicuramente a giocare a viso aperto, con spensieratezza e senza nulla da perdere. Noi da parte nostra non dobbiamo sottovalutare l’avversario e dare il massimo per portare a casa i tre punti».

Il Cedial ha cominciato bene questa stagione, vittoria in casa contro l’Arce e pareggio in trasferta contro l’UniPomezia. Nell’incontro disputato nella cittadina pometina c’è un po’ di rammarico nei calciatori lidensi. «Quando siamo rientrati nello spogliatoio abbiamo provato un po’ di rammarico perché avevamo la consapevolezza di poter portare a casa l’intero bottino». Decisivo è stato l’intervento del portiere pometino Santi sul colpo di testa di Loreti al 93’. I ragazzi di mister Panicci hanno protestato sul rigore concesso all’UniPomezia e sul gol annullato per fuorigioco a Drago.

La dirigenza lidense ha lavorato molto nel mercato estivo, dando al mister Aldo Panicci una rosa completa e competitiva con il giusto mix di giocatori esperti e giovani interessanti. L’obiettivo dichiarato è stato quello di fare meglio dell’ottavo posto conquistato la scorsa stagione alla prima apparizione del Cedial nel massimo campionato dilettantistico regionale. «Domenica a Pomezia abbiamo dimostrato che possiamo stare agganciati alle prime posizioni. Possiamo arrivare veramente fino in fondo e giocarci le nostre opportunità».
 
Andrea Giordani è nuovo nella società lidense. Negli ultimi anni abbiamo imparato a conoscere l’ambiente gialloblu come una grande famiglia dove si sta molto bene. «E’ la prima volta che ho trovato una squadra che è davvero come una famiglia. E’ un piacere andare al campo e stare insieme ai compagni anche al di fuori del rettangolo di gioco».

Ilmessaggero.it

Lascia un commento