LIBERTI RACCONTA – La stretta di mano prima di tutto. Aprilia, ecco come andò…

FABRIZIO LIBERTI – “Aprilia amore infinito. Andai dal presidente Massimo Treiani, tra un tira e molla trovammo l’accordo. Lui sorridendo mi disse: “Capitano mio quanto sei caro”. Stretta di mano e via. Perché io stringevo la mano. Nel frattempo mi chiamò una società di Serie C1. Mi fece una offerta molto importante, un contratto incredibile. Andai dal Presidente dicendogli: “Per me è importante, sono molti soldi e un contratto di 3 anni”. Lui: “Sapevo che le strette di mano non servono a niente”. Andai via con la lista in mano, ma mentre guidavo la testa mi portò in quel posto dove dovevo cominciare la mia avventura”. Ho chiamato il direttore Turrà dicendogli: “Direttore, mi dispiace non posso accettare, ho fatto una promessa”. Lui: “Tu sei matto. Ma sei anche forte, io posso darti di più”. No, grazie, la mia squadra mi aspetta. Cinque anni di Aprilia, 4 da capitano. 35 gol – per un difensore niente male – Un amore immenso…”

Profilo Fb Fabrizio Liberti

Lascia un commento