Promozione, Girone B – Poli, un passo avanti. Di Mugno: “Era importante muovere la classifica”

Domenica scorsa il Poli ha conquistato il suo primo storico punto in Promozione. La squadra di mister Francesco Vicalvi ha impattato 0-0 sul campo della Tivoli 1919 al termine di una gara con poche emozioni. «Un pareggio giusto commenta capitan Mirco Di Mugno anche se noi avremmo potuto colpire con D’Andrea che ha avuto una ghiotta occasione spedita sulla traversa, ma anche loro sono stati pericolosi su una mischia sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Per noi, comunque, era troppo importante muovere la classifica altrimenti questa settimana sarebbe stata abbastanza pesante da gestire considerato che già all’esordio abbiamo letteralmente buttato una vittoria col Fiano Romano, facendoci rimontare e sorpassare quando eravamo in vantaggio di due gol a meno di dieci minuti dalla fine».

Al di là del salto di categoria e della problematica legata all’utilizzo degli “under”, il Poli potrebbe aver dimenticato come si assorbono le sconfitte. «E’ vero – ammette Di Mugno -, l’anno scorso in Prima Categoria abbiamo dominato il campionato senza perdere una partita e dunque abbiamo perso un po’ l’abitudine a gestire i k.o., comunque abbiamo un buon organico e credo che alla fine si possa fare un campionato di media classifica». L’attaccante classe 1985, che ha un lungo passato tra Serie D (con Lupa Frascati e Albalonga) e Eccellenza (Sorianese, Ladispoli, Roviano e altre ancora), è al suo quinto anno con il Poli.

«Prima di arrivare qui mi ero fermato un anno perché ero un po’ stanco di certe situazioni – spiega Di Mugno – Poi il direttore sportivo Luigi Liberati, che tra l’altro è stato mio allenatore quando ero ragazzino, mi ha contattato chiedendomi se volessi far parte della squadra che allora già giocava in Prima Categoria e così è iniziata la mia storia qui al Poli». Domenica la squadra di Vicalvi è attesa dal duro confronto interno contro il Grifone Gialloverde, che guida il girone B a punteggio pieno assieme a Sant’Angelo Romano e Castelnuovese. «Un match duro perché loro hanno iniziato forte e poi da tempo fanno parte di questa categoria, ma cercheremo di fare il massimo».

Tiziano Pompili – Ilmessaggero.it

Lascia un commento