Eccellenza, Girone B – Reclamo Unipomezia, il ds del San Cesareo Mutalipassi: “Dispiaciuti, ma sereni”

L’Unipomezia ha inoltrato reclamo chiedendo lo 0-3 a tavolino nella gara col San Cesareo, vinta dai casilini per 1-0 nella prima giornata di campionato, risultato già omologato. «Sembrerebbe che l’Unipomezia abbia riscontrato un’irregolarità sul tesseramento di Nicholas Di Mario, che noi abbiamo formalizzato il 2 settembre per poi metterlo in campo il 4, per la prima di campionato», spiega però il ds del club rossoblù, Massimo Mutalipassi«A tutt’oggi non ci è arrivato nessun preannuncio di reclamo e domenica contro l’Audace abbiamo nuovamente schierato Di Mario perché siamo sereni. Non crediamo ci saranno problemi, ma se anche ci fossero ce ne faremmo una ragione. Piuttosto sono dispiaciuto per l’atteggiamento dell’Unipomezia, che non mi sembra il massimo della signorilità e della sportività: nella loro situazione, con una squadra ricchissima che ha perso con merito sul campo di una compagine come la nostra, composta per la quasi totalità da Juniores, avrei evitato di fare questo ricorso. Ma ognuno si comporta come vuole».

I termini per la presentazione del reclamo per la posizione irregolare di un calciatore abbracciano un arco di tempo di sette giorni dalla gara, pertanto il reclamo dell’Unipomezia dev’essere essere stato inoltrato al Comitato Regionale Lazio entro sabato scorso. Il San Cesareo (che sta perfezionando alcune formalità burocratiche per poter far andare in panchina il tecnico Apuzzo) tornerà in campo domenica: sarà impegnato sul campo del Lido dei Pini, ma in questi giorni il club sta aspettando pure il via libera per poter tornare a giocare a porte aperte sul campo principale del centro sportivo Pera.

Lascia un commento