Eccellenza, Girone A – Ladispoli, il risultato fa morale. Bosco e Toscano all’unisono: “Male l’approccio”

Dopo la fantastica vittoria in rimonta di domenica al Castelli di Tor Sapienza il Ladispoli è scesa ieri sul terreno di gioco per una seduta di allenamento incentrata sulla parte atletica. Il programma della squadra prevede, dopo quella odierna, una seduta di lavoro domani e altre due giovedì e venerdì pomeriggio. Al Marescotti domenica arriva la CreCas Città di Palombara: i ragazzi a disposizione del mister Fabio Gentili hanno guadagnato domenica un solo punto nel sentito derby contro il Montecelio. Per la prossima giornata torneranno a disposizione di mister Bosco il giovane Alessio Morasca e Andrea Marvelli, rientrato dopo due settimane per una contusione. Solo seduta di fisioterapia invece per Bertino, vittima di un affaticamento e per il portiere Agostini, fermo dopo la botta al ginocchio rimediata domenica che lo ha costretto a uscire dal campo dopo soli 20 minuti.

C’è grande soddisfazione in casa rossoblu. Nelle dichiarazioni post partita non è mancato all’appello nemmeno il bomber Gianluca Toscano che con i suoi due gol ha consentito alla squadra di portare i tre punti a casa: “L’importante è stato il risultato della squadra ci tenevamo a far bene nella seconda giornata e proseguire quello che avevamo fatto di buono nella scorsa settimana. Purtroppo non siamo entrati con il piglio giusto nel primo tempo che abbiamo lasciato tutto a loro. Nel secondo tempo però ci siamo ricompattati come la squadra che siamo e abbiamo riaperto la partita. Speriamo di continuare a far gol così, ma ripeto l’importante è il risultato del gruppo”. Chi ha vissuto con grande entusiasmo la giornata di oggi è il mister Pietro Bosco: “Do molto credito al Tor Sapienza perché nel primo tempo hanno pressato molto alto, davanti hanno buoni giocatori e ci hanno creato molte difficoltà. La cosa che mi ha lasciato un po’ perplesso è che vedevo i giocatori un po’ bloccati. Se nel primo tempo avessero chiuso la partita staremmo parlando di altro. Siamo andati 1-0 al primo tempo sotto poi negli spogliatoi ho parlato con i ragazzi e nel secondo tempo abbiamo creato molto, siamo stati cinici. E’ troppo parlare di vittoria meritata, un pareggio sarebbe stato giusto, ma a volte bisogna avere anche un po’ di fortuna. Abbiamo avuto anche la sfortuna di cambiare il portiere e avevamo un cambio in meno, ma alla squadra non posso dire niente. Nel secondo tempo ho cambiato qualcosa e le occasioni solo arrivate. Siamo in testa, ma i risultati non li guardo dato che mancano 35/36 punti alla salvezza”.

Ufficio Stampa Ladispoli

Lascia un commento