Serie D – L’OPINIONE DI Manuela Ferraiuolo: “Gironi insensati. L’Anzio farà bene, Trastevere e Monterosi, che mercato!

Una sola giornata di campionato all’attivo, tante polemiche precedenti al primo fischio d’inizio. La Serie D sa sempre come far parlare di sé. Quest’anno le laziali sono state perfettamente suddivise in 2 gironi, particolarmente caldi ed ostici. Dopo i primi 90′ di campionato, la redazione di Lazioingol.it ha contattato l’appassionata ed esperta della quarta serie Manuela Ferraiuolo. Di seguito l’esito della chiacchierata sulle sorti e le prospettive delle compagini della nostra regione con l’addetta alla logistica delle laziali impegnate nella vecchia Interregionale.
Grandi novità per questa stagione in sede di compilazione dei gironi. Che ne pensi dei raggruppamenti delle laziali formati quest’anno? “Sì, esattamente, grandi novità. Come ogni anno, prima dell’uscita dei gironi, si vociferava già di qualche cambiamento, ma mai lontanamente potevo pensare che la Lega in sede decisionale potesse partorire dei raggruppamenti così insensati. Dividere le squadre laziali in 2 gironi senza criterio geografico giustificabile. Anzio, Genzano di Roma (Cynthia), Ciampino… Fin qui è accettabile. Includendo poi nel Girone H un Trastevere che, a differenza della città di Albano, si trova nel pieno centro di Roma. Stesso discorso solidale per le squadre umbre. Mi chiedo se in Lega sanno che da Città di Castello per arrivare all’aeroporto di Fiumicino ci vogliono circa 2 ore e mezza?! Poi un’ora di aereo per arrivare ad Olbia e 2 ore per arrivare a Lanusei? Misteri della geografia (sorride, ndr). Comunque, al di là di tutti questi disagi territoriali, domenica c’è stato l’esordio importante delle squadre laziali nel girone H, che si sono fatte rispettare nonostante i pronostici a loro sfavore. Questo a dimostrazione che nel calcio nulla è scontato“.
Quali sono, secondo il tuo parere, le compagini della nostra regione che hanno lavorato meglio sul mercato? “Il Rieti senza ombra di dubbio ha lasciato qualcosa in sospeso dall’anno scorso che vuole recuperare. Il Trastevere ha rimesso mano sul mercato proprio dopo l’uscita del girone e credo che Calce in questo è stato veramente competente”.
 
Per quanto concerne il girone G, quali sono le tue favorite? Credi che le laziali potrebbero inserirsi nella lotta alle posizioni che contano? “Credo anche l’Anzio con mister D’Agostino quest’anno se la giocherà veramente fino all’ultimo. Ci sono stati innesti importanti anche lì e sanno che sarà dura. Vedo una situazione più delicata per il Cynthia e per il Città di Ciampino. Oltre al Rieti, comunque, intravedo possibilità di far bene anche per un grande Monterosi, visto il mercato“.
Il girone H si preannuncia caldissimo. Città di Ciampino e Trastevere sono partite col piede giusto. Bene anche l’Anzio, mentre il Cynthia sembra far più fatica. Che campionato sarà per loro? “Dire che il girone H sarà caldissimo è dire poco, un eufemismo. Io lo paragonerei più ad un Inferno dantesco! Non ho patemi nel dire che il Trastevere farà davvero un buon campionato, mentre come ho accennato prima, l’Anzio se la caverà, facendosi rispettare”.
 
Una delle chiavi per misurare la forza di una squadra è senza dubbio la bontà degli under in età di Lega. Cosa ne pensi al riguardo? Intravedi club che si sono mossi bene in tal senso? “Per quanto riguarda gli under, mi ricollego a quanto detto ad inizio intervista. Salgono ancora in cattedra le regole assurde che la Lega mette in atto. Penalizzano i giocatori veri, di categoria. detto questo, a livello di bravura Trastevere e Cynthia secondo me hanno i giovani migliori, si sono mosse davvero bene”.

Lascia un commento