Seconda Categoria – Test match pirotecnico tra Zena e Pibe de Oro

Prima uscita pubblica dello Zena Lodeno all’Academy Stadium di Montecompatri: contro la Pibe de Oro gol a grappoli, la classe dei singoli, ma soprattutto indicazioni importanti per mister Pizzuti. Ripetute, gradoni, balzi, chilometri di corsa, pallone visto praticamente (quasi) mai. Arriva la domenica, le prime amichevoli, la prima sgambata che tanto sgambata non è: ben 9 gol nella prima amichevole degli Zeneixi all’Academy Stadium contro la Pibe de Oro, società con base a Torrenova che già si è ritagliata un posto importante nel panorama calcistico romano. Pronti via, e saggiamente i 22 in campo gestiscono le forze sotto a un sole che segna 35 gradi. Gioco soprattutto fatto di ripartenze e contropiede. E di contropiede arriva il primo lampo, con i liguri (oggi in maglia gialla) bucati dalla rapida ripartenza degli albicelesti, che si ripetono 5 minuti dopo su rigore: Sidqi è bravo a deviare sul palo il primo tentativo, ma non può nulla su ribattuta. Il primo dei tre tempi si conclude con gli Zeneixi attendisti, anche troppo: seconda frazione con il tridente Aiuti/Melis/Delfi, e sono subito scintille.

Il centravanti castellano delizia la platea segnando tre reti in venti minuti, prima su contropiede batte sottomisura il portiere casilino. Il 2-2 arriva con un gran destro dai 40 metri, che sorprende l’estremo difensore e riceve gli applausi del pubblico. Terzo gol e sorpasso genovese con lo stesso attaccante ex Cynthia, che semina la difesa e serve Delfi per il più comodo dei gol di piatto. Zena Lodeno a distanza di sicurezza alla fine della seconda frazione, altro Aiuti show a polverizzare la difesa albiceleste nel gol fotocopia del 2-1.

La Pibe de Oro riprende il pallino del match alla terza frazione, ed esce fuori alla distanza: il 4-3 è un preciso diagonale che non lascia scampo a Boni. Pareggio su carambola in area di rigore, pallone che dal dischetto di controbalzo si insacca all’incrocio. Gli albicelesti escono fuori alla distanza, e allo scadere dell’incontro il centravanti ospite buca la difesa genoana, salta il portiere e insacca il 5-4 finale.

Tutto sommato, buone indicazioni che vengono da un gruppo radunatosi da nemmeno 5 giorni, al cospetto di una Pibe De Oro reduce dall’aver sfiorato la promozione in Prima, e già in forma per la Coppa Lazio di fine settembre: da rivedere alcuni movimenti in difesa e a centrocampo, attacco promosso a pieni voti. A Lunghezza, tra sette giorni, il secondo dei 4 test precampionato.

Lascia un commento