Lega Pro, Girone A – Noia al potere tra Tuttocuoio e Viterbese

Tuttocuoio – Viterbese 0-0

TUTTOCUOIO (4-3-1-2): Nocchi; Mulas (dal 37′ s.t. Tiritiello), Falivena Bachini, Picascia; Berardi, Cacialli, Provenzano; Masia (dal 19′ s.t. Gelli); Tempesti, Shekiladze (dal 40′ s.t. Pellini).
Panchina: Cappellini, Zenuini, Merkaj, Gremigni, Siani, Serinelli, Frare, Lo Porto.
Allenatore: Luca Fiasconi.

VITERBESE (3-5-2): Iannarilli; Dierna, Mallus, Celiento; Pandolfi, Marano (dal 1′ s.t. Cenciarelli), Cruciani, Cuffa (dal 24′ s.t. Diop), Varutti; Neglia, Sforzini (dal 39′ s.t. Bernardo).
Panchina: Pini, Pacciardi, Scardala, Belcastro, Micheli, Paolelli, Fè, Ansini, Mazzolli.
Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Arbitro: Lorenzo Maggioni di Lecco
Assistenti: Giovanni Manara di Mantova e Cosimo Cataldo di Bergamo.


Zero gol e (quasi) zero occasioni. La Viterbese saluta con un pareggio la sua prima trasferta in lega Pro, chiudendo sullo 0-0 sul campo del Tuttocuoio. Stesso risultato di sette giorni fa per la squadra di Cornacchini, ma con un leggero passo indietro sotto il profilo del gioco offensivo complice anche un avversario che ha chiuso tutti gli spazi. All’Ettore Mannucci la squadra di casa parte con il classico 4-3-1-2, con capitan Falivena (unico over 25) al centro della difesa e il trequartista Masia alle spalle di Tempesti e Shekiladze. Zero sorprese anche per la Viterbese, schierata con lo stesso 3-5-2 di domenica scorsa eccezion fatta per l’infortunato Invernizzi, rimpiazzato da Ferdinando Sforzini. La Viterbese parte meglio ma prima occasione è per il Tuttocuoio, con Tempesti imbucato alla perfezione da Berardi e fermato da un intervento provvidenziale di Iannarilli. I Leoni reagiscono al 10′ con un colpo di testa centrale di Sforzini e poi al 21′ con un sinistro da fuori sempre di Nandogoal, ma l’occasioni più nitida arriva sul sinistro di Provenzano, che al 38′ chiama Iannarilli al miracolo. Prima del duplice fischio un colpo di testa di Sforzini impegna ancora una volta Nocchi, che para e manda tutti a riposo col risultato di 0-0.

Al rientro in campo Cornacchini manda in campo Cenciarelli al posto di Marano, mentre Fiasconi lascia tutto invariato. Dopo venti minuti soporiferi prova a svegliare il match la Viterbese, con un destro al volo di Pandolfi che finisce fuori. Subito dopo il tecnico gialloblù fa entrare Diop al posto di Cuffa e passa al 3-4-3, con Neglia e il neo-entrato ai lati di Sforzini. Al 78′ ancora un’occasionissima per il Tuttocuoio grazie a una fiammata di Shekiladze che si mangia Dierna e Mallus e libera Tempesti a centro area. Il 9 nero-verde attende lo sbilanciamento di Iannarilli e poi tira in porta ma la conclusione viene murata sulla linea da Celiento, che salva il risultato a favore dei suoi. Nel finale ci provano Dierna dalla distanza e Celiento sugli sviluppo di un calcio d’angolo ma entrambe le occasioni non centrano il bersaglio e la partita si conclude sullo 0-0. Match soporifero e con poche occasioni da una parte e dall’altra. Partita complessa dove le difese hanno avuto la meglio sugli attacchi. C’è ancora da lavorare per la Viterbese, anche se una partita storta non pregiudica un avvio di stagione con più luci che ombre.

Tusciaweb.eu

Lascia un commento