Eccellenza, Girone B – Punto di non ritorno a Morolo. Il comunicato del club

All’indomani della salvezza raggiunta, anche quest’anno tra innumerevoli difficoltà e ostacoli, è corretto nei confronti di tutti comunicare con largo anticipo che, con il permanere dell’attuale situazione, l’ASD Morolo Calcio non potrà proseguire la propria attività sportiva. Alla base di tutto vi è il diffuso atteggiamento di totale indifferenza nei confronti dell’unica realtà sportiva di prestigio del paese considerata spesso come un peso. E’ oramai dalla stagione 2016-2017 che non riceviamo alcun contributo dall’Amministrazione Comunale, come fosse normale che una piccola società dilettantistica come la nostra possa autonomamente far fronte a tutte le spese di mantenimento di una struttura sportiva che, da sola, assorbirebbe quasi tutto il budget stagionale. Siamo l’unica società che si accolla tutte le utenze e le spese del campo; anzi, ultimamente, ci siamo accorti di pagare ingiustamente da anni anche energia elettrica di competenza comunale. Il tutto nonostante una convenzione che, se rispettata e con il principio del buon senso, consentirebbe a tutti di proseguire la propria attività in armonia e nell’interesse pubblico. Ogni volta che inoltriamo una richiesta all’Amministrazione Comunale puntualmente finiamo sempre nel dimenticatoio. L’attività sportiva dell’ASD Morolo Calcio è finanziata al 80% da sponsor esterni al paese e i soci dell’ASD Morolo Calcio sono per il 50% anch’essi esterni, segno che la squadra gode di una credibilità che le deriva da anni di attività a certi livelli e che sarebbe un peccato disperdere. Del resto l’interesse dei cittadini morolani è minimo sia come tifoseria, sia come aiuto fattivo nella gestione quotidiana delle attività, sia a livello di supporto economico. Possiamo dire che, a parte casi sporadici di appassionati veri, il Morolo interessa più agli esterni che ai morolani. Difatti ci troviamo ad affrontare la stagione in pochi (2-3 persone al seguito della squadra, 1-2 persone impegnate nella gestione settimanale del campo), la maggior parte non di Morolo, senza l’aiuto di nessuno. Difendere una categoria così prestigiosa per un piccolo centro non ha senso senza il coinvolgimento della Comunità locale. Abbiamo fatto di tutto per salvare la società e garantire la giusta continuità con la gestione Costantini a cui vanno comunque i nostri ringraziamenti. Abbiamo iscritto la squadra autotassandoci e, per cercare di coprire il budget, abbiamo anche consentito ingressi di nuovi soci rivelatisi purtroppo inaffidabili e inadeguati e non abbiamo permesso a nessuno di speculare sul nome della nostra squadra e del nostro paese solo per scopi personali. Non abbiamo ceduto alle lusinghe di faccendieri e sciacalli vari.

Per superare le difficoltà del settore giovanile abbiamo provato anche a dislocare alcune delle nostre formazioni confidando in nomi e realtà altisonanti che si sono rivelate anch’essi deludenti e inadeguati e ci hanno costretto, con grande dolore, a rinunciare a categorie prestigiose con futili pretesti. Ci siamo fatti carico di iniziative, come la scuola calcio gratuita, finalizzate a riavvicinare i giovani al nostro sport e alla nostra società sviluppando il senso di appartenenza. Abbiamo visto sparire intere società sportive in Ciociaria e noi ci siamo sempre stati, ma adesso? Per questo, sempre con la dignità di chi sa di fare ben oltre il proprio dovere, ci sentiamo in obbligo di sensibilizzare tutta la comunità sportiva, morolana e non, verso la nostra difficile situazione ringraziando sin da ora tutti quelli che dal 1966 ad oggi, tra mille difficoltà, hanno fatto sì che il Morolo sia più di una squadra di calcio ma qualcosa che suscita rispetto e ammirazione. Invitiamo Morolo e gli sportivi tutti a raccogliere il nostro appello, dal Primo Cittadino a tutti coloro che vogliono darci una mano, dalla gestione quotidiana delle piccole cose al raggiungimento del budget stagionale, perché solo con l’aiuto concreto di tutti, piccolo o grande che sia, il Morolo Calcio potrà continuare vivere e a tenere alto il nome del bellissimo paese che rappresenta.

Area Comunicazione Morolo

Lascia un commento